Aborti interni

12 giugno 2006

Aborti interni


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


09 giugno 2006

Aborti interni

Carissimo dottore/ssa, ho 37 anni ed ho subito lo scorso anno 2 aborti interni, diagnosticati alla prima ecografia intorno la nona settimana. L'embrione non sembra crescere a sufficienza ed in entrambe le gravidanze non si sente il battito. Ho cominciato a fare gli esami "di rito" per ottenere (spero) una risposta. Purtroppo e molto superficialmente (oggi me ne rendo conto più che mai) all'età di 18 anni ho avuto un aborto volontario in uno studio privato tramite "aspirazione". Temo fortemente che mi sia successo qualcosa e che questa sia la causa dei miei aborti oggi. E' possibile? e se sì che tipo di esami devo fare per verificare l'esistenza di un qualche problema? Le sarei molto grata se rispondesse alla mia domanda, anche perchè non ho mai avuto il coraggio di confidare il "mio grande segreto" al mio ginecologo (amico di famiglia). La ringrazio anticipatamente.

Risposta del 12 giugno 2006

Risposta a cura di:
Dott. ROBERTO MARCHESIN


Non penso che gli aborti siano legati al precedente intervento, ma piutosto sono da mettere in relazione con la sua età oppure al suo partner. Non so cosa significhi per lei esami di rito, ma sicuramente esistono esami specifici da fare per entrambi i partners e per lei consiglierei inoltre l' esecuzione di un esame isteroscopico per valutare la cavità uterina. E' probabile che gli episodi di aborto avuti siano da mettere in correlazione a cause genetiche connesse purtroppo all' età materna. Le consiglio, dovesse succedere ancora, di far eseguire un' analisi citogenetica del materiale abortivo. Per il resto non ci sono altre cose che possa fare.

Dott. Roberto Marchesin
Medico Ospedaliero
Specialista in Ginecologia e ostetricia
CARATE BRIANZA (MI)

Ultime risposte di Salute femminile

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa