Anemia microcitica sideropenica

20 luglio 2004

Anemia microcitica sideropenica




11 luglio 2004

Anemia microcitica sideropenica

sonouna student di Med del 3°anno. a mia sorella di 21 anni é stata diagnosticata un'anemia microcitica sideropenica;potendo già escludere l'ereditarietà della patologia, vorrei sapere qual ipotrebbero esserne le possibili cause, tutti gli esami di laboratorio da effettuare e se una celiachia peraltro non ancora accertata potrebbe impedire l'assorbimento intestinale di Vit B 12 e quindi concorrere all'eziologia della malattia. grazie mille-che fatica studiare Medicina. . .

Risposta del 14 luglio 2004

Risposta a cura di:
Dott. DOMENICO RESTIFO


Cara Collega (spero che Tu non ti arrenda): molto semplicemente, la maggior parte delle anemie sideropeniche delle giovani donne è legata ad uno squilibrio fra le perdite fisse mestruali e l'apporto di ferro. Questa è la prima ipotesi da considerare. Se non si risponde alla terapia con ferro, alora sì che va indagata un'eventuale Celiachia così come vanno escluse perdite patologiche dal tubo gastro-enterico. Se Celiachia può essere compromesso anche l'assorbimento sia della B12 che, soprattutto, dell'acido folico.
In sostanza gli esami da eseguire sono: emocromo + sideremia, transferrinemia con saturazione, ferritiniemia, dosaggio sierico di vitamina B12 ed acido folico.
Se la terapia marziale non da risultati allora eseguirei: ricerca degli anticorpi antiendomisio ed antitransglutaminasi (per la Celiachia ) + sangue occulto fecale. Se anche carenza di B12 ricercherei gli anticorpi anti cellule parietali gastriche. La positività per i suddetti anticorpi impone l'esecuzione di indagini gastroenterologiche invasive (scopie); ma qui mi fermo perchè sono ematologo e non gastroenterologo.
Anche la positività per sangue occulto richiederebbe analoghi accertamenti.

Dott. DOMENICO RESTIFO
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata

Risposta del 14 luglio 2004

Risposta a cura di:
Dott.ssa GIULIA MARIA D'AMBROSIO


Caro collega, a sua sorella manca il ferro, perciò la vitamina B12 non c'entra (la sua mancanza dà anemie con MCV alta e non bassa). Un problema di assorbimento intestinale può provocare di certo una carenza di ferro, anche se non si tratta di Celiachia. Tenga presente che circa un terzo degli europei è diventato intollerante al glutine, perché ne è stato aggiunto troppo nella pasta dagli anni '60 in poi.
Dica a sua sorella di procurarsi degli integratori di ferro e di prenderne 20 mg al giorno per tre mesi e poi di controllare l'emocromo. E' importante che il ferro non venga a contatto con latte, yogurt, soja e cibi integrali, che ne riducono l'assorbimento. Invece gli zuccheri semplici ne favoriscono l'assorbimento.
Un caro saluto e in bocca al lupo per gli studi.

Dott. Ssa Giulia Maria D'Ambrosio
Specialista attività privata
MILANO (MI)

Risposta del 20 luglio 2004

Risposta a cura di:
Dott. DOMENICO FERDINANDO FILOMIA


Da premettere che la carenza di vit B12 e di folati è causa di Anemia macrocitica e non microcitica, ma se la diagnosi di Anemia microcitica è esatta, sarebbe utile eseguire, se non ancora fatto, l'elettroforesi dell'emoglobina, per escludere la presenza di stato di portatore di Anemia mediterranea; se la diagnosi di Anemia sideropenica verrà confermata dovrà ricercarne la causa.

Dott. Domenico Ferdinando Filomia
Medico Ospedaliero

Ultime risposte di Malattie infettive




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa