Aneurisma

30 maggio 2009

Aneurisma




20 maggio 2009

Aneurisma

Buongiorno a gennaio mio papà si è sottoposto ad una tac con contrasto a seguito di asportazione melanoma maligno al piede. Nel corso dell'esame è emerso:. . Si documenta la presenza di un aneurisma fusiforme dell'aorta sottorenale che è possibile valutare in una fase non ottimale della distribuzione del mezzo di contrasto. Esso ha pareti calcifiche senza grossolani depositi trombotici e si estende fino alla biforcazione iliaca iniziando immediatamente a valle l'emergenza dell'arteria renale destra (la più caudale come origine fra i due rami renali). Le sue dimensioni massime sono di 34, 2 mm nel piano coronale e 35, 9 mm nel piano sagittale. Le arterie iliache, per quanto è possibile valutare, sono pervie così come le arterie femorali. Ingrandimento della ghiandola prostatica con sollevamento del pavimento vescicale. . . Ho cercato degli esami precedenti ed ho trovato un'ecografia del 2003 che riportava:. . . All'aorta in sede sottorenale per un tratto di circa 35 mm si segnala piccola dilatazione aneurismatica con diametro antero-posteriore di 29mm e latero-laterale di 28mm. . . . Mio papà nel 2006 ha subito un'angioplastica con inserimento stent medicati, nel 2007 causa emorragia cerebrale ha sospeso l'assunzione di Coumadin e Plavix e attualmente la sua terapia è: cardioaspirina 1cp - triatec 5 1 cp - norvasc 5 1/2 cp - cordarone 1 cp - pariet 1 cp - eskim 1000 1 cp - vytorin 1 cp - cerotto nitroderm tts 10. I valori pressori sono ottimi (120-80 e anche meno). Il suo medico è contrario all'intervento e, anch'io nutro qualche riserva. Gradirei ricevere un vs. parere in merito. Grazie anticipatamente.

Risposta del 30 maggio 2009

Risposta a cura di:
Dott. LUCIO CACCAMO


Gent. Le Signore
le informazioni che lei fornisce non sono esaustive ed in particolare:
età precisa del malato (80-90 è troppo ampio)
condizioni generali (svolge vita autonoma? ha mantenuto reliquati a seguito dell'emorragia cerebrale? ha altre problematiche sanitarie?)
il medico che ha dato parere negativo all'intervento (che tipo di intervento? radiologico? chirurgico?) è il cardiologo che lo ha in cura, il curante di medicina generale o un chirurgo vascolare interpellato specificamente sul problema qui posto?

Infine una notazione: i valori pressori che lei riporta a me non sembrano "ottimi" e comunque il bilancio cardiologico deve essere rivalutato globalmente sulla base della presenza di un aneurisma che, anche se le indagini riferite sono diverse (ecografia 2003 e TAC 2009, gennaio! cosa ha fatto finora?), sembra sia aumentato di volume.

Ne parli con il suo medico.

Dott. Lucio Caccamo
Medico Ospedaliero
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Chirurgia toracica
MILANO (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube