Assunzione di farmaci

24 settembre 2013

Assunzione di farmaci




22 settembre 2013

Assunzione di farmaci

Sono un uomo di 60 anni e da oltre 15 anni prendo giornalmente alla mattina un pastiglia di ANAFRANIL 10 a suo tempo prescritta per stati depressivi ed attacchi di panico e alla sera 4 gocce di RIVOTRIL. Allo sato attuale non posso dire di sentirmi un " leone " ma le cose sono gestibili. Spesso mi sento abbastanza nervoso e sono irascibile, inoltre visto il tempo trascorso vorrei interrompere l'assunzione dell'ANAFRANIL, cosa ne pensate. Grazie

Risposta del 23 settembre 2013

Risposta a cura di:
Dott. MARCO PAOLEMILI


Se non si sono ripresentati episodi depressivi, dopo così tanto tempo si può considerare una sospensione della terapia. Dovrà però prima parlarne con il suo psichiatra. Il dosaggio basso che assume potrebbe essere necessario per il mantenimento e averle evitato in questi anni nuovi episodi depressivi. Esiste il rischio che, senza terapia di mantenimento, questi possano ripresentarsi.

Dott. Marco Paolemili
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Ricercatore
Specialista in Psichiatria
Roma (RM)
Risposta del 24 settembre 2013

Risposta a cura di:
Dott. ROBERTO DI RUBBO


Gentile Utente,
Quando si sentirà relativamente tranquillo potrà provare, con l'accordo del medico che la segue, a sospendere i farmaci. Il dosaggio che assume, del resto, è minimo. Dovrebbe poter gestire la quota di malessere della vita abbastanza bene, sapendo che il benessere è più vicino ad una adeguata gestione di qualcosa che non va, piuttosto che all'assenza totale di sintomi.
Cordialità,

Dott. Roberto Di Rubbo
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Specialista in Psichiatria
Firenze (FI)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa