Cistite

04 maggio 2013

Cistite




02 maggio 2013

Cistite

buonasera mi chiamo daniela e ho 27 anni soffro da 3 anni di Cistite all'inizio mi veniva 1 volta l'anno adesso ogni 5-6 mesi dopo ogni rapporto sessuale ho fatto tanti esami urine urinacultura ma risultavano sempre negative adesso dopo 3 anni di continue esami ho rifatto di nuovo l'esame delle urine urinacoltura e antibiogramma e risultato il batterio 99% proteus mirabilis quantita organismo 250. 000 ufc/ml vorrei sapere se sono tanti i batteri e normali e vorrei sapere se potro guarire la mia Cistite dato che adesso ho beccato il batterio e se e possibile averlo contaminato al mio ragazzo e se lui deve fare una cura e vorrei sapere se crea problemi a concepire un figlio a causa di questo batterio che non conosco. aiutatemi per favore a capire e da 3 anni che soffro adesso vorrei incominciare verso la guarigione aspetto vostra risposta grazie mille

Risposta del 03 maggio 2013

Risposta a cura di:
Dott. SANDRO CAMMELLI


si tratta probabilmente di una cistite interstiziale e una cistoscopia praticata da un buon urologo chiarirà il problema fornendoti diagnosi e terapia mirata

Dott. sandro cammelli
Specialista attività privata
Specialista in Ginecologia e ostetricia
Piantedo (SO)
Risposta del 04 maggio 2013

Risposta a cura di:
Dott. GIUSEPPE ALBINO


Intanto le dico che il Proteus Mirabilis è un batterio virulento che deve essere combattuto energicamente perchè crea infezioni importanti dell'apparato urinario e favorisce la formazione di calcoli. Debellato il Proteus bisogna fare considerazioni sulle sue abitudini minzionali, ginecologiche e dell'alvo per evitare successive infezioni. Generalmente l'infezione da proteus non avviene per contagio ma per autoinfezione (è presente nell'intestino). In ogni caso, non è detto che le sue cistiti degli anni precedenti siano state causate sempre dallo stesso germe; invece è più probabile che, con l'uso degli antibiotici, si sia selezionato con il tempo il Proteus, che ha la capacità di creare facilmente resistenze agli antibiotici più comuni.

Dott. Giuseppe Albino
Medico Ospedaliero
Specialista in Urologia
Andria (BT)
Risposta del 04 maggio 2013

Risposta a cura di:
Dott. MARCO LEONI


Generalmente una infezione delle vie urinarie viene considerata significativa quando le colonie sono superiori a 100. 000 nelle donne, quindi il numero non è particolarmente elevato, considerando questo dato. Il proteus è un germe non comunissimo, ma non cos' raro, che fa parte dei germi intestinali. Fattori predisponenti possono essere la stipsi, ma nelle donne fertili ed attive sessualmente sono frequenti, , quindi non c'è da preoccuparsi. Non dovrebbe essere trasmissibile direttamente, anche perchè nell'uomo sono davvero rare in giovane età. Per ridurre la frequenza esistono alcuni prodotti, anche naturali a base di mirtillo. In caso di cistiti persistenti, le consiglio di consultare un ginecologo di fiducia, o un urologo.

Dott. marco leoni
Medico Ospedaliero
Specialista in Nefrologia
Albano Laziale (RM)

Ultime risposte di Salute femminile

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa