Dieta associata e pillole

19 dicembre 2007

Dieta associata e pillole




16 dicembre 2007

Dieta associata e pillole

vorrei sapere se le pillole assegnatemi dal mio dietologo per dimagrire sono nocive o parzialmente nocive. Contengono: mg 125 metformina hcl mg 0, 14 triac mg 65 deidrocolato di na mg 1, 1 cromo orotato mg55 proglumide mg 60 olmaria e s. mg 15 cascara e s. mg- garcinia cambogia mg 60 ghaap mg 50 lievito birra mg 200 pancreatina mg 40 centella mg- senna e s. mg- frangula e. S. mg 35 vite rossa. ne prendo 5 al giorno, peso 62 kg, sono alta 1, 54 m e ho 38 anni.

Risposta del 19 dicembre 2007

Risposta a cura di:
Dott. GIUSEPPE MURDOLO


Gentile Sig. Ra,
nelle compresse che Le sono state assegnate c'è un composto (chaimato acido tri-iodoacetico o TRIAC) che è un derivato analogo degli ormoni prodotti dalla tiroide. L'uso indiscriminato di tale composto (ad un certo dosaggio) potrebbe provocare effetti simili a quelli che si hanno quando la tiroide funzione in eccesso. In dettaglio, nel Suo caso il TRIAC potrebbe si aiutarla a perdere peso, ma nei kili di peso perso ci sarà una pedita di massa magra (oveero di massa non grassa), che è quella necessaria allo "smaltimento" dell'energia. Inoltre, si potrebbero anche verificare alterazioni del ritmo dei battiti cardiaci, e riduzione della matrice di calcio a livello osseo.
In altre parole, per poter perder peso bisogna introdurre nello stile di vita delle modifiche volte da un lato a migliorare le abitudini alimentari (quella che si definisce "educazione dietetica") e dall'altro ad incrementare i liveli abituali di attività fisica. Quest'ultima necassità si rende necessaria per prevenire la perdita di "massa magra" che, ricordi bene, accompagna sempre ogni riduzione indotta del peso corporeo. Se cio' non viene seguito correttamente, allorquando Lei smetterà (perchè esausta) i farmaci o la cosiddetta "dieta", non solo riprenderà i kili persi ma modificherà la sua composizione corporea poichè vedrà ridotta la massa magra ed incrementata ancor di più la massa grassa. Questo fenomeno si definisce "yo-yo" aumento-riduzione-aumento-riduzione di peso etc. . . . con riduzione massa magra-aumento massa grassa. .
Ha eseguito un determinazione della composizione corporea (es. analisi bio-impedenziometrica, o densitometria a doppio raggi X ?). Inoltre, dai suoi parametri somatici, il suo "sovrappeso" non è cosi "drammatico" da richiedere terapia con farmaci a meno che Lei non soffra di Diabete mellito, Ipertensione arteriosa, iperlipemia, etc.
In ultima analisi, Le consiglio vivamente di non correre dietro tutto cio' che luccica e di slezionare molto oculatamente gli specialisti medici a cui affida la Sua "preziosa" salute.

Dott. Giuseppe Murdolo
Ricercatore
Universitario
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio

Risposta del 19 dicembre 2007

Risposta a cura di:
Dott. RAFFAELE CANALI


Concordo perfettamente con quanto scritto dal Collega. . . Inoltre preciso che il suo BMI è 25, 5 e che il bmi normale è 25. . . Quindi ha solo 2kg in piu'. . . . Ora non mi sembra proprio il caso di ricorrere a simili e fantasiosi cocktails. . . Se proprio per Lei è importante pratichi una regolare attivita' fisica. . . Buona giornata.

Dott. Raffaele Canali
Medicina generale convenz.
Specialista attività privata
Specialista in Endocrinologia e malattie ricambio
DESIO (MI)

Ultime risposte di Alimentazione

Tags:


Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa