Diverticolite

20 aprile 2012

Diverticolite




14 aprile 2012

Diverticolite

Buongiorno, mi chiamo Angela e ho 38 annni. Martedì scorso ho avuto forti dolori addominali con decine di scariche di diarrea alternate a vomito, pancia molto gonfia d'aria. Il mio medico di base visitandomi crede che possano essere i diverticoli infiammati. Per ora mi ha consigliato una dieta poverissima di fibre con l'assunzione di lansox 30 e coligasfan per far sgonfiare la pancia poi fra un mese farò il clisma opaco. Tengo a precisare che ho sempre avuto un alimentazione ricca di fibre, e non ho mai avuto problemi di stitichezza. Mi chiedo a questo punto come mai mi si siano infiammati i diverticoli o se c'è qualcos'altro che li faccia infiammare così? Grazie

Risposta del 18 aprile 2012

Risposta a cura di:
Dott. MAURIZIO QUATRINI


Nell'attesa di fare l'esame indicato, può anche eseguire una o + coprocolture per escludere un'infezione intestinale magari di tipo virale.
MQ

Dott. Maurizio Quatrini
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Medicina interna
Milano (MI)
Risposta del 19 aprile 2012

Risposta a cura di:
Dott. MARIO ROGHETO


Le consiglierei prima di tutto di eseguire una TAC addome e pelvi ( oggi con le più recenti tecnologie l'esame dura pochi minuti ) e su questa poi decidere la terapia e il dafarsi

Dott. Mario Rogheto
Casa di cura convenzionata
Medico Ospedaliero
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Gastroenterologia
Risposta del 20 aprile 2012

Risposta a cura di:
Dott. ANTONIO NEGRO


Cara Angela,

i sintomi da te riferiti possono essere compatibili con una Diverticolite, ma non sono specifici solo di tale complicanza. La visita è molto importante per orientare la diagnosi. Se è comparsa febbre varrebbe la pena eseguire un emocromo per la conta del globuli bianchi. Se confermata la diagnosi di Diverticolite potrebbe essere utile introdurre in terapia la rifaximina polimorfo alfa + mesalazina per ottenere una remissione del fatto infiammatorio. E' mandatorio eseguire un esame diagnostico (clisma a doppio contrasto o colonscopia), ma a distanza dal fatto acuto, per il rischio di perforazione. Saluti.

AN

Dott. Antonio Negro
Medico Ospedaliero
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Igiene e medicina preventiva
Scorrano (LE)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa