Dolore alla pianta dei piedi camminando

16 aprile 2022

Dolore alla pianta dei piedi camminando


Tags:


11 aprile 2022

Dolore alla pianta dei piedi camminando

Buongiorno, premetto che ho 61 anni e sono un buon camminatore fin da giovane, non ho mai smesso di praticare escursionismo in montagna e un po' di alpinismo, con camminate anche di molte ore. Non ho mai avuto problemi fino a un anno fa circa, quando ho iniziato ad avere saltuariamente un dolore sotto alla pianta di entrambi i piedi, ma più marcatamente sul destro, nella zona centrale-anteriore. Il comportamento mi pare molto strano e inspiegabile, provo a descriverlo in dettaglio (mi scuso per la lunghezza): il tipo di dolore è simile a quello dei muscoli quando, ad esempio, si tiene troppo a lungo un peso staticamente sollevato con un braccio il dolore cessa appena smetto di camminare e scarico il peso dal piede a volte il dolore inizia dopo pochi minuti di marcia e persiste, a volte invece cessa dopo una mezzora e ricompare dopo magari 2-3 ore di marcia il dolore è più marcato e frequente camminando in piano o su pendenze modeste, meno marcato su sentieri in salita o discesa ripida non ha una localizzazione precisa, ma è distribuito su tutta la pianta del piede escluso il tallone; se provo a poggiare il piede in modo innaturale sulla punta o un po' di lato, il dolore si sposta nella zona di appoggio il dolore è del tutto indifferente al tipo di calzatura (scarpe da città, da ginnastica, scarponi da montagna) Preciso che ho fatto recentemente un check-up completo con esami sangue-urina, urocoltura, ecodoppler cardiaco e delle carotidi, elettrocardiogramma, ecografia addome completo: le uniche anomalie significative emerse sono il colesterolo (totale 250, mitigato dall'HDL a 83) e la pressione arteriosa alta, ora sotto controllo con la pastiglia (ma il dolore di cui sopra è iniziato ben prima della terapia e non è cambiato). Dalla descrizione è possibile individuare qualche causa ipotetica o ci potrebbe essere qualche carenza alimentare (sali, vitamine) con effetti a livello muscolare?

Risposta del 16 aprile 2022

Risposta a cura di:
Dott. PIERLUIGI GIANSANTE


Potrebbe trattarsi di un’edema osseo dei metatarsi o una sinovite intermetatarsale.
Le consiglierei un approfondimento diagnostico con rx sotto carico del piede e, se negativo, una risonanza magnetica. Ovviamente in casi come questo l’esame clinico è fondamentale.
In bocca al lupo

Dott. pierluigi giansante
PESCARA (PE)


Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio



...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Linee guida Oms. Lombalgia: dai farmaci alla fisioterapia
Scheletro e articolazioni
28 febbraio 2024
Notizie e aggiornamenti
Linee guida Oms. Lombalgia: dai farmaci alla fisioterapia
Rigidità al risveglio? E se fosse spondilite?
Scheletro e articolazioni
05 febbraio 2024
Notizie e aggiornamenti
Rigidità al risveglio? E se fosse spondilite?
Osteoporosi: una sfida da affrontare con consapevolezza
Scheletro e articolazioni
01 febbraio 2024
Notizie e aggiornamenti
Osteoporosi: una sfida da affrontare con consapevolezza
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa