Dolori al torace

12 ottobre 2014

Dolori al torace




09 ottobre 2014

Dolori al torace

Salve, mi chiamo Marianna e ho 16 anni. Spesso avverto dolori al torace, sopratutto verso parte sinistra. Precisamente avverto come dei fili tirare proprio in corrispondenza del cuore.
Inoltre un anno fa sono svenuta in classe. . e quando l ambulanza mi portò all ospedale mi fecero subito un elettrocardiogramma. In base al quale mi il cardiologo mi consigliò di mettere una'' cassetta al cuore''.
Il mio medico di famiglia, però ;, mi disse che non occorreva metterla così seguendo il suo consiglio non ho fatto quel tipo di esame.
I dolori successivamente sono peggiorati, quei dolori sono diventati più insistenti e quei fili che sento tirare in corrispondenza del cuore sono diventati più forti!
Infatti, oggi, la mia insegnante di scienze motorie ha proposto a tutta la classe di fare un esercizio x misurare i battiti cardiaci.
Praticamente questo esercizio prevedeva una corsa lenta per 12minuti.
Io al decimo minuti non ce l ho più fatta e mi sono fermata, perché sentivo che qualcosa in me non andava. . cercavo di respirare ma non riuscivo, così la professoressa mi ha fatto sedere.
Mi ha misurato i battiti cardiaci ed erano 162 al minuti, e ha detto che che erano abbastanza regolari.
Dopo tre minuti, di recupero, me li ha misurati e i battiti erano sempre 162al minuto.
Lei ha subito detto che quest ultima cosa non era regolare, xke il mio cuore non avera recuperato nulla. Infine mi ha consigliato di fare un ecocardiogramma.

Potete aiutarmi a capire, più o meno, se questi sono i sintomi di qualche patologia al cuore?
Cosa posso avere? Sto bene?
Aiutatemi per favore

Risposta del 12 ottobre 2014

Risposta a cura di:
Dott. ALESSANDRO ORRU


Fai un elettrocardiogramma Holter, che deve essere "a 12 derivazioni".
Quello che racconti "potrebbe essere" una aritmia del cuore che si chiama (come nome generico) Tachicardia Parossistica Sopraventricolare. Nulla che ti debba preoccupare: si cura tranquillamente. Durante l'esame fai le cose che normalmente ti scatenano il disturbo.
Mentre aspetti di fare l'esame holter, se ti accade nuovamente questo dusturbo, prova a fare una cosa che si chiama "manovra di Valsalva": fsi un bel respiro e poi spingi con forza, come se dovessi andare di corpo. Qyesta manovra potrebbe interrompere il disturbo. Se funziona contatta subito un cardiologo.
Fammi sapere

Dott. Alessandro Orru
Medico Ospedaliero
Specialista in Cardiologia
Varese (VA)
Risposta del 12 ottobre 2014

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Non credo che vi sia nulla di importante, ma per sicurezza confermo l'utilità, sia della " cassetta ", cioè dell'elettrocardiogramma per 24 ore (Holter), sia dell'ecocardiogramma. Poi staremo tutti più tranquilli.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube