Formula leucocitaria

17 dicembre 2004

Formula leucocitaria




14 dicembre 2004

Formula leucocitaria

Da quasi tre anni l'esame del mio emocromo rivela una concentrazione di linfociti vicini al limite superiore(2800-3200) e quello dei neutrofili vicini al limite inferiore(1900-2400). Pur essendo tali valori nella norma(o quasi), vorrei sapere se vi possa essere una causa che spieghi questa inversione del rapporto neutrofili/linfociti. L'anno scorso ho fatto anche una visita ematologica, dove mi è stato riscontrato una infezione pregressa da virus EBV (IgG = 208 e IgM = 5).

Risposta del 17 dicembre 2004

Risposta a cura di:
Dott. VINCENZO MARTUCCI


In assenza di altri sintomi è sufficiente sottoporsi a controlli periodici dell'emocromo (senza eccessive ansie, però; basta 1-2 volte l'anno) per accertare che non emergano novità. In effetti un'infezione virale e anche alcune batteriche può spiegare un aumento dei linfociti e una diminuzione dei neutrofili, ma poi tutto rientra con la guarigione. Piuttosto la presenza delle Ig M all'esame per l'EBV lascia pensare che l'infezione non fosse poi così pregressa. Tenga presente, ancora, che l' "inversione" della formula di cui parla potrebbe essere apparente, solo perchè i neutrofili possono manifestare una tendenza ad aderire alle pareti dei vasi sanguigni (cosiddetta "quota marginata" dei neutrofili) e non si ritrovano nel numero effettivo nel sangue prelevato. Basterà fare una "corsetta" poco prima di sottoporsi al prelievo di sangue e vedrà che l'aumentata velocità del circolo provocata con questo stratagemma rimuoverà la quota marginata, sicchè troverà che la fomula risulterà normale. Ci provi.

Dott. Vincenzo Martucci
Medico Ospedaliero
UDINE (UD)

Ultime risposte di Malattie infettive

Tags:


Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa