Gastrite cronica

15 gennaio 2018

Gastrite cronica




10 gennaio 2018

Gastrite cronica

Professore scrivo per un parere ed ev. consiglio. Tre anni fa sottoposto EGDS con seg. esito:Esofago canalizzato, mucosa reg. , cardias incontinente, stomaco reg. , indenne da lesioni focali, ma con lieve iperemia antrale. Piloro pervio. Bulbo duodenale e D2indenni. Esito biopsie:Mucosa gastrica antrocorpale con quadro di gastrite cronica attiva con metaplasia intestinale. a liv. antrale. Presenza microorganismi comp. Li con HP. Eseguita triplice terapia e deb. HP. A distanza di 3 anni rifatto esame come da procollo, con biopsia seguente:Gastrite cronica di grado lieve in fase quiescente, metaplasia intestinale di tipo completo e incompleto e DISCRETA ATROFIA GHIANDOLARE. Non evidenza microorganismi comp. con HP. Ora mi è stato consigliato EGDS a un anno. Ordunque vorrei chiederle come mai ora è stata ev. Atrofia ghiandolare e perchè a diff. prima EGDS ora il controllo è tra un anno?Pensa ci sia d'allarmarsi? Non mi è stata prescritta nessuna terapia. Cordiali saluti

Risposta del 15 gennaio 2018

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Quando è presente una metaplasia intestinale ( che è una situazione benigna ), è consigliabile fare dei controlli periodici, con relative biopsie. La periodicità la deve stabilire l' endoscopista stesso. Oggi sappiamo che questa situazione - una volta cacciato l' Helicobacter - è molto meno pericolosa di una volta.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Stomaco e intestino

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa