Ipocondria

06 aprile 2013

Ipocondria




05 aprile 2013

Ipocondria

Mi rassicuri. . . analisi arterioso ph 7. 49 pco2 30 mmhg po2 79 mmhg na+136 k+3. 7 cl- 105mmol L ca++4. 49mg dl glu 113 lac 2. 1 thb 15. 5 o2hb94. 7 cohb2. 2methb 1. 7 hhb1. 4 so2 98. 5 tco2 23. 8 beecf -0. 4 ca++(7. 4) 4. 66 AG 12 PAO2 112 so2 (c) 96. 5 hco3-(c) 22. 9 hco3-std 25. 3 a-ado2 33 pao2/pao2 0. 71 ri 0. 4 hcy (c) 47% tutto questo in seguito ad un attacco di panico grazie anticipatamente

Risposta del 06 aprile 2013

Risposta a cura di:
Dott. MARCO PAOLEMILI


L'attacco di panico non ha nulla a che vedere con malattie fisiche. L'iperventilazione che si ha durante l'attacco può alterare qualche parametro del sangue, che torna a posto nel giro di pochi minuti. Il suo problema sta nel messaggio stesso che ha scritto: polarizzazione sul proprio corpo e bisogno di rassicurazione. E' su questo che deve lavorare, è questo che deve curare. Si affidi ad uno psichiatra per una valutazione e a una psicoterapia cognitivo comportamentale, starà molto meglio.

Dott. Marco Paolemili
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Ricercatore
Specialista in Psichiatria
Roma (RM)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa