Irritazione chimica sublinguale

25 ottobre 2007

Irritazione chimica sublinguale




23 ottobre 2007

Irritazione chimica sublinguale

Spett. Le Dottore,
avrei bisogno di un parere. Affetto da annia da pesante e continua alitosi, ho fatto delle ricerche ed ho visto che può essere dovuta a batteri. Per vedere se fosse il mio caso ho proceduto con sciacqui con acqua ossigenata a 10 volumi dopo il lavaggio dei denti, e successivo risciacquo. Risultati eccezionali, praticamente l'alitosi è sparita.
Purtroppo dopo due o tre giorni è finita l'acqua ossigenata e ne ho aperta un'altra non accorgendomi che era a 12 volumi.
Dopo averla utilizzata mi si è infiammato tutto sotto la lingua (forte rossore e si vedevano anche le sottilissime venuzze, tipo le Vene varicose delle gambe, ma molto più sottili), ed era tutto molto arrossato.
Ho insistito un'altra volta (ho capito dopo che era troppo concentrata) e poi ho smesso per i dolori.
Il risultato è che dopo due giorni mi sembrano "ingrossate" le strutture sublinguali; inoltre sempre in tale sede mi tira quando tento di alzare la lingua o di spingerla ai lati della bocca come per pulire i denti, facendomi molto male; me la sento "occupata" sotto, e non riesco bene a pronunciare la lettera R.

Per questi motivi vorrei sapere se in base alle attuali conoscenze è possibile rispondere alle seguenti domande:
Devo procedere in qualche modo o solo aspettare? potrebbero esservi danni permanenti (a rigor di logica ho pensato che se il fuoco ossida e l'ossigeno pure, è come se mi fossi "ustionato chimicamente", è giusto?).
Le capacità di assorbimento sublinguale (ad esempio nel caso di farmaci) potrebbero essere compromesse?

Nel ringraziarvi porgo i miei migliori saluti.
Nicola.

Risposta del 25 ottobre 2007

Risposta a cura di:
Dott. MASSIMO TOMMASO ROTA


Buonasera,

L'alitosi è un sintomo che ha molte cause, può essere un problema al cavo orale (denti cariati, capsule e ponti incongrui, cattiva igiene orale, processi ascessuali gengivali, ma anche patologie digestive). Ciò detto l'utilizzo di acqua ossigenata è sconsigliabile a prescindere da un apparente efficacia in quanto un utilizzo prolungato porta ad alterazione della flora orale e anche lesione delle mucose, cosa che è accaduta in tempi più brevi usando un dosaggio più alto. Ora, dai dati da lei comunicati si i potrebbe ipotizzare una glossite chimica, banalmente per capirce si è "cotto"la bocca. Solitamente questa infiammazaione scompare con il turnover(ricambio cellulare) dei tessuti che rivestono bocca e lingua.
Nel frattempo può aiutare l'assunzione di multivitaminici, ma certamente la pazienza è la cura migliore. Qualora nell'erco di pochi giorni non ci fosse un netto miglioramento si rivolga al suo medico di base affinche possà consigliare il da farsi.
Dr. Massimo T. Rota

Dott. Massimo Tommaso Rota
Specialista attività privata
Ricercatore
Odontoiatra
ALESSANDRIA (AL)

Ultime risposte di Malattie infettive

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa