Minzioni frequenti solo notturne

14 ottobre 2004

Minzioni frequenti solo notturne




Domanda del 10 ottobre 2004

Minzioni frequenti solo notturne


Sono una donna di 72 anni e da circa 2 - 3 anni sono costretta ad alzarmi di notte 5 o 6 volte per urinare. Durante il giorno, invece, la diuresi e il numero di minzioni è perfettamente normale. Non ho bruciori o disuria. Gli esami delle urine,l'urinocoltura,gli esami ematochimici,l'ECG,l'ecografia reni e vie urinarie sono sempre stati nella norma. Sono stata isterectomizzata molti anni fa per un fibroma ed inoltre ho una ipertensione moderata sotto controllo con la terapia (Verapamil 2 cp al di). Ho tentato anche di modificare gli orari della terapia anti- ipertensiva senza alcun risultato. Vorrei sapere a cosa si possa attribuire un tale disturbo presente esclusivamente di notte e ovviamente notevolmente disturbante; quali indagini specifiche potrebbero essere utili per una diagnosi e,infine, a quale centro o specialista potrei rivolgermi (io vivo a Taranto). Ringraziando anticipatamente invio cordiali saluti.
Risposta del 14 ottobre 2004

Risposta di GIOVANNI BERETTA


Esegua un uroflussogramma registrato, un esame semplice e non invasivo ma che permette di valutare come lei urina e come svuota la vescica. Con questo esame chieda informazioni al suo medico di famiglia che saprà , se è il caso, consigliarle un urologo di Taranto a lei vicino. Cordiali saluti .
Dott. Giovanni Beretta. urologo

Dott. giovanni beretta
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
FIRENZE (FI)



Il profilo di GIOVANNI BERETTA
Clicca qui per inviare una domanda

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Ultime risposte di Salute maschile



Potrebbe interessarti
Attività fisica e calo del testosterone
Salute maschile
29 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Attività fisica e calo del testosterone
Tumori maschili, dieci regole per prevenirli
Salute maschile
17 marzo 2018
Notizie e aggiornamenti
Tumori maschili, dieci regole per prevenirli