Nuerinoma del quinto nervo cranico

26 febbraio 2005

Nuerinoma del quinto nervo cranico




23 febbraio 2005

Nuerinoma del quinto nervo cranico

Vorrei avere gentilmente un parere sul seguente referto della risonanza magnetica di mia madre: Esame eseguito con scansioni orientate nei tre piani dello spazio T1 T2 dipendenti prima e dopo somministrazione endovenosa di mdc paramagnetico. Si è evidenziata la presenza di una voluminosa formazione in accrescimento espansivo che si dispone in corrispondenza dell’angolo ponto-cerebellare di sinistra e che si estende anteriormente alla fossa media omolaterale. Essa presenta componente mista in parte nodulare e in parte cistica. La componente cistica è collocata in corrispondenza della fossa posteriore ed è di discrete dimensioni. La restante parte è costituita da tessuto in parte solido e in parte necrotico che si impregna in modo disomogeneo dopo somministrazione di mdc e che occupa prevalentemente la regione del seno cavernoso di sinistra ed esercita un effetto di massa discreto sulla porzione adiacente del lobo temporale. Il tronco in particolare il ponte e il mesencefalo sono discretamente compressi. Il ponte appare dislocato controlateralmente. E’ evidente una modesta compressione sull’acquedotto che tuttavia rimane pervio. Dopo somministrazione di mdc non si evidenzia un ‘impregnazione a carico del pacchetto acustico facciale omolaterale che tuttavia sembra essere di dimensioni modicamente aumentate. Il sistema ventricolare sopratentoriale ha sede, dimensioni, morfologia normali. I solchi della convessità hanno buona rappresentazione Non aree di alterato segnale nelle restanti sedi esaminate. Conclusione: l’esame ha evidenziato la presenza di una formazione in accrescimento espansivo in sede extra-assiale che interessa la fossa media e la fossa posteriore dal lato di sinistra da riferire in prima ipotesi a neurinoma in parte solido e in parte cistico del quinto nervo cranico di sinistra.

Risposta del 26 febbraio 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


Gentile signora,
le immagini di Risonanza hanno messo in evidenza un neurinoma del V° nervo cranico. Tale neo-formazione, che nasce dalla guaina che avvolge i nervi, dal punto di vista biologico è un tumore. Dalla descrizione sembra essere di dimensioni importanti e pertanto è indicato al più presto l'intervento chirurgico per evitare il suo ulteriore accrescimento e quindi la compressione su importanti strutture encefaliche che porterrebbe a conseguenze più gravi.
L'intervento comporta certo dei rischi, ma sicuramente porterà a guarigione sua madre!
Consulti subito un Centro di Neurochirurgia e auguri.

F. To:
Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
Specialista in Neurochirurgia
MILANO (MI)

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
MILANO (MI)

Risposta del 26 febbraio 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIOVANNI MIGLIACCIO


per un refuso manca la parola "benigno". Quindi leggasi: dal punto di vista biologico è un tumore benigno.

Dott. Giovanni Migliaccio
Medico Ospedaliero
MILANO (MI)



Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Alzheimer, la forma più frequente di demenza
Mente e cervello
15 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Alzheimer, la forma più frequente di demenza
Padovani, Airalzh: Telehealth rivoluzione per Alzheimer
Mente e cervello
05 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Padovani, Airalzh: Telehealth rivoluzione per Alzheimer
Omega 3 e vitamina B: gli integratori per il cervello
Mente e cervello
24 settembre 2021
Notizie e aggiornamenti
Omega 3 e vitamina B: gli integratori per il cervello