Palpitazioni frequenti

07 ottobre 2015

Palpitazioni frequenti




03 ottobre 2015

Palpitazioni frequenti

Sento palpitazioni frequenti (soprattutto sotto sforzo) da un mese ormai, spesso accompagnate da un indolenzimento al braccio sinistro. Quando sono sotto tensione avverto anche un marcato gonfiore allo stomaco. Questi sono i sintomi più frequenti.
In sole tre occasioni ho avvertito una sorta di mancamento con conseguente tachicardia della durata di qualche ora. In genere la frequenza va dai 60 ai 90-100 e oltre al fatto che ogni tanto pare che un battito salti, non ho riscontrato particolari anomalie. Inoltre, ho avuto modo di sperimentare tachicardia e agitazione durante l'attività sessuale, a tal punto da dover interrompere. Ho eseguito due mesi fa analisi del sangue, ECG e controllo della pressione ed entrambe non mostrano difetti. Il cardiologo mi ha rassicurato ma le palpitazioni, seppur molto leggere, le ho da un mese. Il mio medico mi ha prescritto un ulteriore RX torace per ulteriori valutazioni. Altri fattori da aggiungere sono che sono un soggetto particolarmente ansioso ed impressionabile, che mi stresso facilmente anche se é un periodo particolarmente " tranquillo" questo e che in famiglia diversi hanno riscontrato problemi alla valvola. Non fumo (anche perchè soffro d'Asma ), bevo ma non con frequenza (e ultimamanente nemmeno) e non ho mai sofferto di alcuna patologia in questo ambito. Quel che volevo chiederle é se corro qualche rischio di incappare in aritmie o cose simili e eventualmente come posso accorgermene e se esiste qualche cura considerando la mia età (20 anni ).
La ringrazio per la pazienza.

Risposta del 07 ottobre 2015

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Dalla sua descrizione dei sintomi, si deduce che lei ha " semplicemente ", ogni tanto, qualche extrasistole isolata. Questo fatto rientra nella già norma nelle persone, diciamo " normali ". Se un soggetto è ansioso e/o ha problemi digestivi con gonfiore allo stomaco, a comparsa di rare extrasistoli è ancora più " normale ". Non corre alcun rischio, avendo un ecg normale, e secondo me non ha bisogno di alcuna cura.


Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube