Problema con farmaci

30 maggio 2013

Problema con farmaci




28 maggio 2013

Problema con farmaci

Gentile Dottore, ho 33 anni e nel corso della mia vita si sono manifestati vari disturbi a livello emotivo e mentale, sin da piccolissima. Dopo una forte fobia per il cibo, nell'adolescenza ho iniziato a soffrire di depressione e pensieri ossessivi. Durante i 20 anni ho avuto i primi attacchi di panico con agorafobia, depressione, d. O. C. . . . Tutti disturbi davvero invalidanti. Ho iniziato e sospeso varie psicoterapie, poi in seguito a continui attacchi di panico che mi portavano all'ospedale, mi sono rivolta ad un noto psichiatra ed ho iniziato la terapia con Sereupin (1 compressa). Il farmaco mi ha aiutato molto, ma dopo circa quattro anni di terapia con 1 o 1/2 compressa notavo che non ne traevo più beneficio e mi aveva fatto ingrassare di 20 kg, tant'è che il medico decise di sostituirlo con Anafranil, perché l'elemento ossessivo era quello che si ripresentava maggiormente. Dopo 3 mesi in cui i doc aumentavano, sono stata molto bene con l'Anafranill. Sono due anni che prendo il farmaco, ho iniziato con 75 e sono arrivata max a 100mg perché sentivo che il mio corpo di più non tollerava. Ora il medico mi ha prescritto 6 compresse da 25mg al dì per togliere del tutto il doc, ma gli effetti collaterali sono invalidanti quanto il disturbo (che a tratti permane) Mi sento molto depressa, sento come delle scosse alla testa, ho sonni agitati in cui parlo e mi sveglio di soprassalto, e cosa più grave non posso fare il minimo sforzo che sudo tantissimo e mi sento svenire. Per perdere peso cerco di andare in palestra, ma lo sforzo che faccio è esagerato. Vorrei sapere se secondo Lei è il caso di rivolgermi ad un altro medico, magari specializzato nel doc e negli attacchi di panico. Inoltre, non vorrei prendere l'Anafranil a vita. Esistono terapie nel mio caso da fare e magari ripetere periodicamente senza dover prendere farmaci 365gg all'anno?
La ringrazio di cuore

Risposta del 30 maggio 2013

Risposta a cura di:
Dott. MARCO PAOLEMILI


Alcuni dei fastidi che prova potrebbero essere dovuti al dosaggio elevato di Anafranjl.
Purtroppo il disturbo ha un decorso lungo, dovrà continuare a fare la terapia e continuativamente fino a quando i disturbi non se ne saranno andati o imparerà a gestire ed essere padrona dei suoi pensieri ansiosi e ossessivi.

Dott. Marco Paolemili
Casa di cura convenzionata
Specialista attività privata
Ricercatore
Specialista in Psichiatria
Roma (RM)

Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa