Tac frequenti

01 marzo 2006

Tac frequenti




27 febbraio 2006

Tac frequenti

Buongiorno, in seguito all’operazione di un tumore a cellule di Merkel, da qualche anno eseguo contemporaneamente a intervalli di 6 mesi, sia RX toracica che TAC. Ultimamente ho letto un articolo che mi lascia alquanto preoccupato: in base a recenti studi la tomografia assiale computerizzata sull'intero corpo potrebbe accrescere il rischio cancro. Una sola TAC sarebbe in grado di somministrare al nostro corpo una dose di radiazioni paragonabile a quella ricevuta da alcuni superstiti giapponesi della bomba atomica, mentre screening annuali con la TAC portano con sé un rischio significativamente elevato di incorrere nel cancro nel corso della propria vita. Considerando l’alto numero di TAC e RX eseguite in questi ultimi anni, Vi chiedo se queste considerazioni non siano motivo di ulteriori preoccupazioni. Rinfrazio cortesemente. Verde G.

Risposta del 01 marzo 2006

Risposta a cura di:
Dott. TONINO GRASSO


In clinica si ragiona sempre in base al rapporto rischio/beneficio. Si può presumere che anche i sanitari che l'hanno in cura facciano altrettanto.

Dott. Tonino Grasso
Medicina Territoriale
MARTANO (LE)

Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube