L’arte della degustazione

11 agosto 2019

L’arte della degustazione




La degustazione della birra può assurgere al ruolo di esperienza "estetica e quasi artistica"? Randy Mosher, autore di "Degustare le birre" ne è a pieno diritto convinto. La seconda edizione del volume divenuto punto di riferimento per appassionati, professionisti del settore e birrai artigianali presenta tutte le caratteristiche necessarie a trasmettere una conoscenza strutturata, precisa e approfondita. Dalla storia della bevanda (le cui prime attestazioni potrebbero addirittura risalire al 15.000 a.C) attraverso civiltà antiche, medioevo e modernità, alle nozioni più tecniche come quelle inerenti alla valutazione sensoriale e al vocabolario della degustazione, il testo mantiene un registro preciso ma colloquiale, adatto a una lettura scorrevole agevolata dalla presenza di numerose illustrazioni.
Proprio le sezioni sulla valutazione sensoriale, basata sulle proprietà organolettiche di ciascuna varietà, sulle peculiarità, sui modi corretti di servire la bevanda e sui possibili abbinamenti, costituiscono il cuore di un'opera carica di un indiscusso fascino per lo specialista e per il profano. Quest'ultimo in particolare non potrebbe trovare migliore guida per essere iniziato al "rito" della birra, una bevanda tanto antica quanto ormai oggetto di un vero culto. Democratica, "umile ma non semplice" (la sua preparazione può arrivare a richiedere centinaia di diversi ingredienti e decine di procedimenti), nonostante il suo utilizzo universale rimane conosciuta dai più in modo superficiale: "Come in ogni aspetto di una vita vissuta con consapevolezza - spiega Mosher - godere appieno di una birra richiede educazione, esperienza e un'impostazione adeguata".
Scopo dichiarato fornire dunque gli strumenti per godere di una birra come di un'opera d'arte: con la piena cognizione dei processi e della storia alla base, dei metodi di realizzazione e degli strumenti utilizzati. E soprattutto senza trascurare tutti gli indizi organolettici: olfatto, gusto, tatto, finanche la vista concorrono nell'offrire un'esperienza estetica completa. L'odore, la viscosità della bevanda, la frizzantezza, la schiuma, il bicchiere, il locale e la compagnia: una serie di aspetti che un esperto non può permettersi di trascurare nel formulare la propria valutazione.
Presenti inoltre sezioni esplicative sulle diverse varietà. Oltre alle ale di origine britannica, le lager e le birre dal Belgio, per arrivare fino alle migliori birre Usa e al made in Italy, frutto di un rinato interesse verso la produzione artigianale.
"Che non vi venga in mente di iniziare questo libro senza un bicchiere di birra davanti", si legge in apertura: un invito che ogni lettore si sentirà chiamato ad assecondare sin dalle prime pagine.

Randy Mosher - "Degustare le birre. Tutti i segreti della bevanda più buona del mondo" - edizioni LSWR - pp. 376



Vedi anche:


Ultimi articoli
Acqua, la migliore bevanda
21 agosto 2019
Notizie e aggiornamenti
Acqua, la migliore bevanda
Un’enciclopedia brassicola
18 agosto 2019
Libri e pubblicazioni
Un’enciclopedia brassicola
Cous cous di pesce e verdure
17 agosto 2019
Le ricette della salute
Cous cous di pesce e verdure
L'esperto risponde