Vitamina D crolla d'inverno, meglio integrarla

24 novembre 2011
Aggiornamenti e focus

Vitamina D crolla d'inverno, meglio integrarla




Durante l'inverno il calo delle riserve di vitamina D, causato dalla minore esposizione al sole ha un impatto anche sulle terapie per l'osteoporosi diventano meno efficaci, tanto che gli esperti hanno diramato nuove linee guida per prevenire queste carenze. Le Linee Guida della Società italiana dell'osteoporosi, del metabolismo minerale e delle malattie dello scheletro (Siommms) parlano chiaramente di supplementazione. Salvatore Minisola, già presidente della società, precisa il concetto portando due esempi estremi: «Una persona sana, che in estate va al mare e che ha la possibilità di permettersi una vacanza in una località estiva durante l'inverno» afferma «ha quasi certamente un buon patrimonio vitaminico D e necessiterà pertanto di minime dosi durante l'inverno. Per contro, la persona anziana che vive sempre al coperto e che esce d'estate nelle ore in cui i raggi del sole sono meno caldi, sarà in una condizione di carenza e andrà supplementata». Va tenuto conto anche della latitudine, spiega l'esperto: «Sopra il 37° parallelo, pressappoco il livello di Catania» dice Minisola «nel periodo invernale non vi è la possibilità di produrre adeguate quote di vitamina D attraverso l'irradiazione solare». Nemmeno la dieta aiuta in modo efficace: «È vero che alcuni alimenti sono una fonte eccezionale di vitamina D. Ma purtroppo sono in pochi a portarli in tavola. Si tratta in particolare del salmone e degli sgombri, che andrebbero mangiati almeno tre volte alla settimana» precisa Minisola «Il difetto di questi pesci è che non fanno parte della tradizione mediterranea».

Tags:

In evidenza:

Salute oggi:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
FarmacistaPiù: Progetto Mimosa in aiuto alle donne vittime di violenza
Salute femminile
16 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
FarmacistaPiù: Progetto Mimosa in aiuto alle donne vittime di violenza
Aifi e Long Covid: ruolo della fisioterapia nei sintomi del post malattia
Scheletro e articolazioni
03 settembre 2021
Speciale Coronavirus
Aifi e Long Covid: ruolo della fisioterapia nei sintomi del post malattia
L'osteopatia è professione sanitaria
Scheletro e articolazioni
25 agosto 2021
Notizie e aggiornamenti
L'osteopatia è professione sanitaria