Apparecchi elettronici spenti e fuori dalla camera da letto

06 ottobre 2014
Focus

Apparecchi elettronici spenti e fuori dalla camera da letto



bambino tablet


Curare il sonno e non turbarlo con la presenza di strumenti elettronici che possono tenere svegli i ragazzini è fondamentale secondo quanto afferma Jill Creighton, assistente professore di pediatria alla Stony brook university di New York in un comunicato stampa dell'università. Oggetti come cellulari, tablet e videogiochi possono infatti interferire con il sonno di bambini e adolescenti impedendo loro di dormire e questo può poi riflettersi sul loro rendimento a scuola.

Se nell'adulto vengono consigliate sei-sette ore di sonno, il tempo dedicato al riposo notturno dovrebbe essere più lungo in età più giovane: intorno alle 11-12 ore nei bambini in età prescolare e 10 in quelli che vanno a scuola, secondo le raccomandazioni dello statunitense National Heart, Lung, and Blood Institute, pur con le variazioni che ci possono essere da individuo a individuo.

Già qualche mese fa erano stati segnalati gli effetti negativi dell'uso notturno dei cellulari rispetto alle prestazioni sul luogo di lavoro il giorno seguente, in quel caso negli adulti. Secondo lo studio pubblicato sulla rivista Organizational Behavior and Human Decision Process, l'utilizzo dei cellulari, che può essere vantaggioso per avere comunicazioni anche una volta usciti dall'ufficio, finisce per esaurire il lavoratore se utilizzato per lavorare anche la notte, con effetti sull'impegno nel lavoro il mattino successivo, per le conseguenze che il suo utilizzo ha sul sonno.

Creighton richiama l'attenzione di chi si prende cura di bambini e ragazzi perché li aiutino a non utilizzare i loro strumenti tecnologici durante la notte o immediatamente prima di dormire e fornisce alcuni suggerimenti.
  1. Stabilire una routine per il riposo notturno, per esempio fare il bagno, leggere, ascoltare musica rilassante sono azioni che rilassano prima di andare a letto.
  2. Già un'ora prima di dormire spegnere gli apparecchi elettronici, oggetti che non dovrebbero rimanere nella camera da letto di notte e chiudere fuori dalla cameretta anche la strumentazione per ricaricarli.
  3. Ridurre gradualmente il tempo passato davanti allo schermo per il gioco o l'intrattenimento (di almeno mezz'ora ogni settimana) sostituendolo con attività fisica. L'ideale sarebbe limitare tale uso a un'ora al giorno.
  4. Per quanto riguarda l'attività fisica, è opportuno aumentarla, sempre facendo divertire i ragazzi, in modo che abbiano voglia di muoversi è non vedano il movimento solo come un esercizio imposto.


Potrebbe interessarti
Impetigine, come comportarsi?
Infanzia
08 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Impetigine, come comportarsi?
Gli screening neonatali saranno realtà in tutta Italia
Infanzia
04 luglio 2018
Notizie e aggiornamenti
Gli screening neonatali saranno realtà in tutta Italia
Vacanze estive, genitori in crisi?
Infanzia
27 giugno 2018
Notizie e aggiornamenti
Vacanze estive, genitori in crisi?
L'esperto risponde