Denti da latte e dolore gengivale, che fare?

21 novembre 2018

News

Denti da latte e dolore gengivale, che fare?



Il dolore determinato dall'eruzione dentale è spesso fonte di sconcerto per i genitori. Il piccolo si lamenta con varie modalità, dal semplice segnale visivo indicando la zona del dolore, al pianto, non di rado, insistito. Il disorientamento dei genitori a riguardo è massimo, soprattutto nei casi in cui non si sospetti il fenomeno dell'eruzione dentale e si cerchi di individuare la causa in altri distretti corporei.

Denti da latte dal sesto mese


Un elemento importante da conoscere è il periodo di eruzione dentale che coincide solitamente con il sesto-ottavo mese di vita per i primi denti anteriori inferiori, prosegue all'anno, anno e mezzo con i primi molari da latte e si concretizza intorno al secondo anno con i secondi molari da latte. Conoscere queste "scadenze" e osservare la bocca dei bambini può essere utile per decifrare questi lamenti che, sovente, sono anche accompagnati da un consistente aumento della salivazione.

Denti da latte cosa fare?


Possono essere utili dei piccoli impacchi con dei blandi disinfettanti per tenere deterse quelle aree che, per solito, si infiammano per la concomitante presenza di una gengiva tumefatta dal processo di eruzione del dente e le interferenze in chiusura dei denti già usciti nell'arcata.

Caduta dei denti da latte

Un altro momento cardine, ma questo pare più gestibile, è quello che cade intorno ai sei anni, età in cui spunta il primo molare permanente che non ha un analogo dente di latte corrispondente. Anche in questo caso la dolenzia può essere più o meno intensa ma, data l'età del bambino, una spiegazione da parte del piccolo può essere più che sufficiente per localizzare l'eventuale fonte di dolore.


Professor Massimo Gagliani
Professore Associato di Malattie Odontostomatologiche
presso l'Università degli Studi di Milano



Vedi anche:


Potrebbe interessarti
Dentatura decidua
01 aprile 2019
Notizie e aggiornamenti
Dentatura decidua
L'esperto risponde