Diabete e Odontoiatria, controllare le complicazioni

25 gennaio 2019

News

Diabete e Odontoiatria, controllare le complicazioni



Si può definire il diabete la malattia del ventunesimo secolo: l'incidenza di questa patologia nella nostra società è sempre più elevata, e numerose sono le implicazioni che questa malattia determina.

Non è difficile elencare tutti gli organi che vengono colpiti dalle problematiche che il diabete comporta, e tra essi il cavo orale non è esente: in soggetti diabetici la prevalenza di malattie alle gengive (parodontopatie) è decisamente più alta e meno facile da stabilizzare. La guarigione delle ferite, siano esse traumatiche o secondarie a interventi chirurgici odontoiatrici, è spesso difficile e non priva di complicanze; da qui la necessità di trovare un giusto equilibrio tra gli interventi che sono necessari e quelli per cui, magari in situazioni di scarso controllo della
malattia, è meglio rinviare.


Diabete e Odontoiatria, l’importanza dell’igiene


Ritornando alle problematiche parodontali, ovvero alle malattie delle gengive, è bene segnalare il fatto che solo una scrupolosa attenzione all'igiene domiciliare (lavaggio dei denti seguito da collutori medicati, magari con clorexidina) può limitare l'evolversi della patologia.

Un controllo almeno semestrale, associato all'igiene professionale, è consigliabile. Ugualmente essenziale è il confronto costante con il proprio diabetologo (o medico curante) e con l'odontoiatra, per evitare interventi in periodi di scarso controllo della malattia.


Diabete e trattamento delle carie in odontoiatria


Per quanto attiene le problematiche prettamente dentali, ovvero carie profonde che possono portare alla devitalizzazione dei denti colpiti, oppure ritrattamenti (rifacimenti di vecchie terapie), il paziente diabetico può essere trattato come un paziente normale e questo non può che essere confortante per chi ne abbia necessità.

A cura di:
Professor Massimo Gagliani
Professore Associato di Malattie Odontostomatologiche presso l'Università degli Studi di Milano



Vedi anche:


Potrebbe interessarti
L'esperto risponde