Gravidanza: qual è il giusto peso durante l’attesa?

09 marzo 2020

News

Gravidanza: qual è il giusto peso durante l’attesa?


Troppo o troppo poco? Le future mamme spesso si interrogano su quale debba essere il giusto peso durante l'attesa. L'aumento di peso corporeo in gravidanza è un fenomeno del tutto naturale. E per un'attesa serena si deve subito tenere d'occhio la bilancia. È importante infatti controllare il peso fin dal momento in cui si resta incinta. Se ci si ritrova con un peso eccessivo (sovrappeso o obesità) o troppo scarso (sottopeso cronico) è importante rivolgersi al proprio medico di fiducia.


Di quanti chili si dovrebbe aumentare?


Risponde il dottor Alessandro Bulfoni, responsabile di Ginecologia e Ostetricia presso l'ospedale Humanitas San Pio X di Milano: "Non esiste una regola valida per tutte le donne, il numero di chili 'in più' dipende da molti fattori: ilpeso prima di rimanere incinta, l'indice di massa corporea, lo stato disalute della mammae laconformazione del bambino. In generale, l'aumento di peso consigliato è tra i 10 e i 12 kg. Una gravidanza gemellare naturalmente, porterà un aumento di peso ulteriore. Se la donna prende pochi chili non è un problema, l'importante è che il ginecologo accerti che la crescita fetale sia regolare. L'ecografia rimane l'esame routinario".


I chili di troppo in gravidanza


I chili in eccesso durante la gravidanza possono esporre a qualche rischio. Chiarisce il dottor Bulfoni:

"Il sovrappeso aumenta le possibilità di complicazioni, come diabete gestazione e pressione alta. Inoltre in gravidanza è consigliato lo screening per il diabete in tutte le donne, in particolare nelle pazienti con un incremento eccessivo di peso. Anche le donne in forte sottopeso, però, devono prestare attenzione e guadagnare i chili necessari a consentire al proprio bimbo di crescere sano. Nel primo trimestre la maggior parte delle donne non ha bisogno di aumentare di peso; se all'inizio della gravidanza si ha un peso forma nella norma, in genere si prendono un paio di chili. A partire dal secondo trimestre in genere la futura mamma guadagna circa un chilo e mezzo al mese, fino al parto".

Uno stile di vita sano include un peso corporeo nella norma: questo è certamente il punto di partenza ideale per una gravidanza. È però bene confrontarsi con il proprio ginecologo e seguire le sue indicazioni circa l'alimentazione e l'attività fisica  per vivere le settimane di gestazione in serenità e salute.

Bisogna anche ricordare che mano a mano che la gravidanza avanza c'è un'inevitabile riduzione dell'attività fisica e quindi del dispendio energetico totale. Possono bastare 150-180 kcal in più al giorno durante tutta la gravidanza per soddisfare i nuovi fabbisogni della futura mamma.
 
Alessandra Margreth


Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube