Anemia: non è solo una questione di ferro

02 aprile 2020
News

Anemia: non è solo una questione di ferro


I globuli rossi - attraverso l'emoglobina - sono il mezzo di trasporto dell'ossigeno e dell'anidride carbonica nei tessuti e negli organi del corpo. Quando il loro numero non è sufficiente (dovrebbero essere tra i 4 e i 6 milioni per ogni millimetro cubo, sono le cellule più numerose del sangue) si parla di anemia. Per l'Organizzazione Mondiale della Sanità l'anemia si manifesta quando la quantità di emoglobina nel sangue è inferiore ai 12g/dL nella donna e ai 13 g/dL nell'uomo.


Le cause dell’anemia


Le cause che provocano una riduzione del livello di globuli rossi nel sangue possono essere così riassunte:

  • perdita di globuli rossi a causa di emorragie

  • produzione ridotta di globuli rossi e emoglobina

  • degradazione di globuli rossi

  • difetti genetici.

L'anemia può essere temporanea o cronica. In alcune forme possono essere individuati fattori di rischio che facilitano l'insorgenza della patologia. Tra questi, carenza di ferro e di vitamina, ciclo mestruale abbondante, disturbi intestinali. Ma anche la gravidanza che mette in moto differenti fabbisogni dell'organismo. Come si accorge di essere anemici? Quali sono i sintomi? Sono molto vari: stanchezza, mal di testa, mani e piedi freddi, pallore della pelle, insufficienza respiratoria.


I diversi tipi di anemia


Tra le malattie del sangue, l'anemia è la più diffusa. Si individuano differenti forme di anemia a seconda della cause che l'hanno generata. Le più diffuse sono l'anemia sideropenica, l'anemia da carenza vitaminica, l'anemia mediterranea, l'anemia falciforme, l'anemia emolitica.

Anemia sideropenica - È la forma di anemia più diffusa ed è causata da carenza di ferro. Si cura con l'assunzione di alimenti ricchi di ferro come la carne rossa, i legumi, la frutta secca, i fagioli, verdure a foglia verde. Possono essere anche inseriti integratori, su prescrizione medica. È importare arricchire la dieta alimentare con cibi che contengono vitamina C che contribuisce ad un migliore assorbimento del ferro (agrumi, frutti di bosco). I sintomi con i quali si manifesta sono la stanchezza, il fiato corto, il pallore, il dolore al petto, la mancanza di appetito, l'insonnia, il formicolio a mani e piedi. È causata, il più delle volte, da sanguinamenti (occulto o mestruazioni molto abbondanti), da patologie epatiche o da particolari momenti di vita come la gravidanza e l'allattamento.

Anemia da carenza vitaminica - In questa forma di anemia la minore produzione di globuli rossi è causata da un apporto non sufficiente di vitamine. In particolare, vitamina B12 (latticini, soia, carne), vitamina C, acido folico (banane, agrumi, legumi). Si manifesta con astenia, pallore, insonnia, cefalee ripetute, vertigini, battiti accelerati. La sua cura richiede un riequilibrio dei livelli di vitamine attraverso l'alimentazione e integratori specifici.

Anemia mediterranea/Talassemia  - Il nome di questa forma di anemia si identifica le aree geografiche dove maggiore è la sua incidenza. È una malattia molto grave provocata dalla distruzione dei globuli rossi. La diagnosi avviene già nei primi anni di vita quando si registrano ritardi nella crescita. La cura richiede trasfusioni di sangue a distanza di 15-20 giorni ma la guarigione si ha solo con il trapianto di midollo osseo compatibile.

Anemia falciforme - È una forma di anemia genetica ed ereditaria. La diagnosi si effettua con un test genetico dopo pochi mesi di vita a seguito di sintomi evidenti. Si caratterizza per una produzione di globuli rossi con forma modificata, di falce o mezzaluna.

Anemia emolitica - Si manifesta quando c'è una abbondante e rapida distruzione dei globuli rossi. Può essere acuta o cronica. Nel primo caso, tra i sintomi, dolori addominali, colore giallo della pelle, febbre, brividi; nel secondo caso, ingrossamento di fegato o milza.


Carla De Meo


Riferimenti bibliografici

G Janz, RL Johnson e SD Rubenstein,Anemia in the emergency department: evaluation and treatment., inEmergency medicine practice, vol.15, nº11, Nov 2013

American Academy of Pediatrics. Committee on Nutrition,Iron fortification of infant formulas, inPediatrics, vol.104, 1999





Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube