Fase 3: mascherine e guanti, come proteggere la pelle

17 giugno 2020
News

Fase 3: mascherine e guanti, come proteggere la pelle


Mascherine e guanti protettivi fanno ormai parte degli oggetti di uso quotidiano, sono necessari per proteggersi dal rischio di infezione da Covid-19, ma possono creare qualche problema alla pelle del viso e delle mani.

Spiega la dottoressa Marta Brumana, dermatologa presso Ospedale Humanitas San Pio X di Milano, "Un uso prolungato delle mascherine spesso provoca qualche problema alla pelle. Sotto la mascherina si crea un ambiente umido, la pelle non traspira e si altera la barriera cutanea, quel film idrolipidico che protegge la cute dalle aggressioni degli agenti esterni".

"La prima regola è idratare bene la pelle scegliendo un prodotto adatto a rispristinare l'equilibrio della cute. Ci vuole maggior cura se la pelle del viso è particolarmente secca e sensibile. Anche la pelle seborroica e quella acneica con l'uso prolungato di mascherine possono peggiorare. In caso di dubbio è bene consultare un dermatologo per stabilire un trattamento specifico. Quando si toglie la mascherina, chi soffre di acne o seborrea deve detergere bene il viso con un prodotto specifico. Attenzione alle mascherine colorate, anche i modelli per bambini: non devono rilasciare la tintura sulla cute".

Se si suda molto preferire per il viso una crema leggera o un'emulsione, più adatti al periodo caldo. È meglio evitare o limitare al massimo il trucco. In qualche caso si possono verificare irritazioni dietro le orecchie dovute all'elastico della mascherina, in questi casi basta applicare una crema lenitiva o a base di ossido di zinco.

Anche le mani subiscono danni per l'uso frequente di gel alcolici o i prolungati lavaggi: pratiche indispensabili in questo periodo, ma che a lungo andare danneggiano il film idrolipidico della pelle, lasciando la cute irritata, secca e desquamata. Afferma la dottoressa Brumana: "È importante applicare sempre una crema idratante per far ritrovare alla pelle il giusto equilibrio. Sono molto indicate le creme a base di ceramidi, vitamina E e acido ialuronico, per restaurare la barriera cutanea. Se ci sono già danni evidenti, applicare sulle mani specifiche creme barriera. I guanti sono costituiti di diversi materiali, vanno scelti quelli in materiali non allergizzanti, come vinile o nutrimento, evitando il lattice. I guanti non fanno traspirare, e a lungo andare possono creare macerazione alla pelle. In questi casi sono utili guantini di filo di cotone da indossare sotto il guanto protettivo".


Alessandra Margretth





Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube