Animali domestici: compagni preziosi per i bimbi

10 dicembre 2015

News

Animali domestici: compagni preziosi per i bimbi



cane bambina


Un altro punto in favore degli animali, che renderà un po' più difficile dire di no alla richiesta dei bambini di "adottare" un cucciolo. Sulle pagine della rivista Preventing chronic disease si legge infatti che gli animali domestici non solo fanno compagnia, ma potrebbero anche avere un effetto positivo sulla salute fisica e mentale dei membri della famiglia, inclusi i più piccoli.

«I benefici sulla salute degli adulti sono già ben documentati, ma quelli sui bambini invece non sono ancora stati studiati in modo approfondito» spiega Anne Gadomsky, del Bassett medical center in New York e prima autrice della ricerca, precisando che nello studio è stata valutata l'influenza della presenza di cuccioli di cane in famiglia sulla salute psicologica e fisica dei bambini, con particolare attenzione all'ansia e al peso corporeo. E a quanto pare i cuccioli sono preziosi anche per i più piccoli, soprattutto per quanto riguarda gli aspetti psicologici e comportamentali.

Valutando i dati relativi a 643 bambini di età media vicina ai 7 anni, infatti, i ricercatori hanno scoperto che tra quelli che avevano un cane (il 58 per cento del totale) solo il 12 per cento poteva essere definito ansioso dal punto di vista clinico in base ai risultati di uno specifico questionario. «La percentuale era quasi doppia per i bambini che non vivevano con un animale in casa e raggiungeva il 21 per cento» aggiunge l'autrice che, assieme ai colleghi, ha tenuto conto anche di alcuni fattori che potevano influenzare il risultato della ricerca come per esempio l'età, il genere e lo stato socio-economico.

«La compagnia di un cane non ha effetto sul peso, sul tempo trascorso davanti a uno schermo o sul livello di attività fisica dei bambini, ma ha un impatto sull'ansia» aggiunge Gadomsky, precisando però che lo studio non dimostra un legame diretto causa-effetto tra presenza di un animale domestico e riduzione dell'ansia, ma solo l'esistenza di un'associazione. I ricercatori mettono in luce anche i meccanismi attraverso i quali il contatto con un cane potrebbe aiutare a ridurre l'ansia. «Un cucciolo può stimolare la conversazione e aiutare a rompere il ghiaccio contribuendo così ad alleviare l'ansia sociale dei più piccoli» dice l'esperta, «inoltre la presenza di un cane può aiutare a superare l'ansia da separazione e potrebbe agire anche a livello ormonale, riducendo il livello di cortisolo, l'ormone dello stress».


Vedi anche:


Potrebbe interessarti
I bambini e la tosse che non passa: cause, tipi
05 dicembre 2018
Notizie e aggiornamenti
I bambini e la tosse che non passa: cause, tipi
Dottore, mio figlio “non mi mangia”
05 novembre 2018
Notizie e aggiornamenti
Dottore, mio figlio “non mi mangia”
L'esperto risponde