Micotef 100 mg 15 ovuli vaginali

05 aprile 2020

Farmaci - Micotef

Micotef 100 mg 15 ovuli vaginali




Micotef è un farmaco a base di miconazolo nitrato, appartenente al gruppo terapeutico Antimicotici. E' commercializzato in Italia da Teofarma.


INDICE SCHEDA



INFORMAZIONI GENERALI


TITOLARE AIC:

Teofarma

MARCHIO

Micotef

CONFEZIONE

100 mg 15 ovuli vaginali

FORMA FARMACEUTICA
ovulo

ALTRE CONFEZIONI DI MICOTEF DISPONIBILI

PRINCIPIO ATTIVO
miconazolo nitrato

GRUPPO TERAPEUTICO
Antimicotici

CLASSE
C

RICETTA
medicinale non soggetto a prescrizione medica

PREZZO
DISCR.


FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (PDF)


SCARICA IL PDF DEL FOGLIETTO ILLUSTRATIVO (AIFA)

Foglietto illustrativo Micotef (miconazolo nitrato)

N.B. Alcuni PDF potrebbero non essere disponibili


INDICAZIONI TERAPEUTICHE


A cosa serve Micotef (miconazolo nitrato)? Perchè si usa?


Infezioni vulvo-vaginali micotiche (pure o miste) e da batteri gram-positivi (primitive o secondarie).


CONTROINDICAZIONI


Quando non dev'essere usato Micotef (miconazolo nitrato)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.


AVVERTENZE E PRECAUZIONI D'USO


Cosa serve sapere prima di prendere Micotef (miconazolo nitrato)


I preparati per uso topico, specie se usati per trattamenti prolungati, possono dare origine a fenomeni di sensibilizzazione. In questi casi è necessario interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea.

È opportuno adottare adeguate misure igieniche di prevenzione al fine di limitare la possibilità di infezione o reinfezione.

Una terapia adeguata dovrebbe essere seguita anche dal partner qualora sia stato contagiato.

Micotef Crema vaginale e Ovuli non macchia la pelle e gli indumenti.

Tenere fuori dalla portata dei bambini.


INTERAZIONI


Quali farmaci, principi attivi o alimenti possono interagire con l'effetto di Micotef (miconazolo nitrato)


Il miconazolo, somministrato per via sistemica, può far aumentare l'effetto anticoagulante dei farmaci cumarinici: pertanto, in caso di uso contemporaneo di MICOTEF e farmaci cumarinici, occorre determinare con esattezza l'effetto anticoagulante di questi ultimi, allo scopo di ridurre eventualmente la dose del cumarinico.

Dovrebbe essere evitato il contatto con alcuni prodotti in lattice, come contraccettivi del tipo diaframma o preservativo, e Micotef ovuli, dal momento che il caucciù potrebbe essere danneggiato dalla base emolliente. In tali situazioni si può consigliare l'uso della crema ginecologica.


POSOLOGIA E MODO DI SOMMINISTRAZIONE


Come si usa Micotef (miconazolo nitrato)? Dosi e modo d'uso


MICOTEF 100 mg ovuli vaginali

Introdurre in vagina 1 ovulo la mattina e 1 la sera prima di coricarsi, o secondo giudizio medico. Il trattamento deve essere proseguito per almeno 15 giorni.

Si consiglia il contemporaneo trattamento del partner con crema dermatologica antimicotica.

MICOTEF 2% crema vaginale

Introdurre profondamente in vagina il contenuto dell'applicatore (circa 5 g di crema) una volta al giorno, preferibilmente la sera prima di coricarsi.

Il trattamento deve essere proseguito per almeno 10-15 giorni, anche dopo la scomparsa del prurito e della leucorrea.


SOVRADOSAGGIO


Cosa fare se avete preso una dose eccessiva di Micotef (miconazolo nitrato)


Non sono stati segnalati né casi d'intossicazione, né di iperdosaggio.

In caso di ingestione accidentale non si attendono particolari problemi. Comunque, se ciò avviene in concomitanza con l'assunzione di altri farmaci, quali derivati cumarinici, ipoglicemizzanti orali e fenitoina, l'azione e gli effetti collaterali di questi ultimi possono essere potenziati.

Qualora si verificasse una ingestione accidentale di grandi quantità di farmaco, adottare, se necessario, un appropriato metodo di svuotamento gastrico.


EFFETTI INDESIDERATI


Quali sono gli effetti collaterali di Micotef (miconazolo nitrato)


Il trattamento locale con Micotef è di norma ben tollerato. Sono stati riferiti alcuni disturbi quali bruciore ed irritazione vaginale, arrossamento e prurito, crampi pelvici e più raramente, cefalea ed eruzioni cutanee. In questi casi è necessario interrompere il trattamento ed istituire una terapia idonea.


GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO


E' possibile prendere Micotef (miconazolo nitrato) durante la gravidanza e l'allattamento?


Nelle donne in stato di gravidanza e durante l'allattamento, il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessità, sotto il diretto controllo del medico.

Non sono noti dati relativi all'escrezione di miconazolo nitrato nel latte materno, quindi dovrebbe essere adottata molta cautela quando si somministra Micotef nel periodo dell'allattamento.


GUIDA DI VEICOLI E USO DI MACCHINARI


Effetti di Micotef (miconazolo nitrato) sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchinari


Micotef Ovuli e Crema Vaginale non alterano la capacita di guidare veicoli o di usare macchinari.


PRINCIPIO ATTIVO


MICOTEF 100 mg ovuli vaginali

Un ovulo vaginale contiene:

Principio attivo:

miconazolo nitrato ..............................................................................................  100 mg

MICOTEF 2% crema vaginale

100 g di pomata vaginale contengono:

Principio attivo:

miconazolo nitrato ..................................................................................................  2 g

Per l'elenco completo degli eccipienti, vedere paragrafo 6.1


ECCIPIENTI


MICOTEF 100 mg ovuli vaginali

Gliceridi semisintetici solidi.

MICOTEF 2% crema vaginale

Butilidrossianisolo, acido benzoico, gliceride oleico poliossietilenato, paraffina liquida, polietilenglicole palmito stearato, acqua depurata.


SCADENZA E CONSERVAZIONE


Scadenza: 36 mesi

Conservare a temperatura non superiore ai 25° C.


NATURA E CONTENUTO DEL CONTENITORE


MICOTEF 100 mg ovuli vaginali

Scatola di 15 ovuli vaginali in strip (alveoli di materiale plastico).

MICOTEF 2% crema vaginale

Tubo di alluminio da 30 g di pomata vaginale più applicatore in vaschetta di PVC.


PATOLOGIE CORRELATE



Data ultimo aggiornamento scheda: 29/05/2017

Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico


Farmaci:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube