Levoreact

18 gennaio 2021

Levoreact


Condividi su FacebookCondividi su LinkedInCondividi su Twitter


Cos'è Levoreact (levocabastina cloridrato)


Levoreact è un farmaco a base di levocabastina cloridrato, appartenente al gruppo terapeutico Antiallergici. E' commercializzato in Italia da Johnson & Johnson S.p.A.

Confezioni e formulazioni di Levoreact disponibili in commercio


Selezionare una delle seguenti confezioni di Levoreact disponibili in commercio per accedere alla scheda completa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):

A cosa serve Levoreact e perchè si usa


Trattamento sintomatico delle riniti allergiche.

LEVOREACT è indicato per adulti e bambini con più di 3 anni di età.

Indicazioni: come usare Levoreact, posologia, dosi e modo d'uso


Adulti e bambini sopra i 3 anni: la dose abituale è di 2 spruzzi per narice, 2 volte al giorno.

In caso di necessità la dose può essere ripetuta fino a 3-4 volte al giorno.

Il trattamento dovrebbe essere continuato per il periodo necessario alla scomparsa dei sintomi.

Il paziente deve essere istruito a soffiare bene il naso prima dell'utilizzo di LEVOREACT spray nasale, sospensione.

  1. Poiché LEVOREACT spray nasale, sospensione è disponibile come microsospensione, il flacone deve essere agitato prima di ogni applicazione.
  2. Prima di usare il preparato per la prima volta rimuovere il tappo e premere una o due volte finché apparirà un sottile spray nell'aria per ottenere una regolare erogazione.
  3. Soffiare il naso
  4. Tenere la bottiglia come mostrato in figura. Inclinare la testa leggermente in avanti. Mantenere una narice ben chiusa e inserire l'erogatore nell'altra narice.
  5. Spruzzare due volte, mentre si respira con la stessa narice.
  6. Ripetere gli step 4 e 5 per l'altra narice.

Controindicazioni: quando non dev'essere usato Levoreact


Ipersensibilità al principio attivo od a uno qualsiasi degli eccipienti.

Controindicato in gravidanza (Vedere paragrafo 4.6).

Levoreact può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

In topi, ratti e conigli, il prodotto, somministrato a dosi sistemiche fino a 1250 volte (mg/kg) la dose nasale clinica massima raccomandata, non ha rivelato alcun effetto embriotossico o teratogeno.

Nei roditori sono state osservate teratogenicità e/o aumento dei riassorbimenti embrionali a dosi di levocabastina oltre a 2500 volte (mg/kg) la dose massima nasale raccomandata.

Ci sono dati limitati riguardo l'uso di levocabastina spray nasale, sospensione nelle donne in stato di gravidanza.

Il rischio per l'uomo non è noto, pertanto LEVOREACT non deve essere usato durante la gravidanza, a meno che il potenziale beneficio atteso per la donna giustifichi il potenziale rischio per il feto.

Allattamento

In base a determinazioni della concentrazione della levocabastina nella saliva e nel latte di una donna che allatta, a cui è stata somministrata una singola dose orale di 0.5 mg di levocabastina, ci si aspetta che approssimativamente lo 0.6% del totale della dose di levocabastina somministrata per via nasale possa essere trasferita al neonato. Tuttavia, poichè gli studi clinici e i dati sperimentali sono limitati, si raccomanda cautela nel somministrare LEVOREACT a donne che allattano.

Fertilità

I dati sugli animali non hanno mostrato effetti sulla fertilità maschile o femminile a dosi fino a 20 mg/kg.

Patologie correlate:


Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico

Tags:

Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa