#coronavirus, Leo e Giulia: Noi come voi! spiegano ai bambini perché sono chiuse le scuole

18 aprile 2020

Video, Campagne social

#coronavirus, Leo e Giulia: Noi come voi! spiegano ai bambini perché sono chiuse le scuole




I bambini si ammalano meno degli adulti e degli anziani di Covid-19 (https://www.dica33.it/patologie/coronavirus-sars-cov/sindrome-respiratoria-acuta-grave-coronavirus-sarscov.asp). Sono però rimasti coinvolti fin dall'inizio dell'epidemia, prima di tutto con la chiusura delle scuole e con l'obbligo di rimanere in casa poi, con un isolamento che gli impedisce di vedere coetanei e nonni. Anche i bambini devono poi adottare le misure raccomandate per prevenire l'infezione, in particolare la frequente pulizia delle mani con acqua e sapone o disinfettante per le mani a base di alcool ed evitare il contatto con persone malate. Ma come spiegare la situazione in cui si trovano, partendo dalla domanda di tutti i bambini: "Perché sono chiuse le scuole?"

Un video per raccontare il coronavirus


Ci ha pensato Anna Odone, Associato di Igiene generale e docente presso la Scuola di Specializzazione in Igiene e Medicina Preventiva, dell'Università Vita-Salute San Raffaele (UniSR) che ha dato il via ad un progetto di divulgazione scientifica ed educazione sanitaria per i bambini della scuola primaria, pensato per spiegare loro l'emergenza Coronavirus in modo semplice, ma corretto e divertente. «Avevo realizzato dei testi per la scuola dei miei figli, ma ho ragionato sul fatto che sarebbe stata una bella idea animarli con un cartoon, per metterli a disposizione di tutti» ha spiegato la professoressa.

Così è nato il video Leo e Giulia: Noi come voi! - Un cartoon per spiegare il COVID-19: con l'aiuto dei fratellini Leo e Giulia, costretti in casa a causa della pandemia, i bambini apprenderanno cos'è il coronavirus, come si trasmette, cosa sono "epidemia" e "pandemia", e come anche i più piccoli possono contribuire a prevenire l'infezione.

I contenuti, pensati per la fascia di età tra i 5 e gli 11 anni, sono accessibili ma scientificamente corretti e rigorosi, validati dai referenti scientifici del San Raffaele. La creazione e produzione del cartone animato è stato fatto dallo studio di animazione Maga Animation che per questo progetto ha collaborato pro bono con l'Università Vita-Salute San Raffaele. Il progetto ha il patrocinio, oltre che dell'Università Vita-Salute San Raffaele e dell'IRCCS Ospedale San Raffaele, di EUPHA - European Public Health Association,ISS- Istituto Superiore d Sanità, ASPHER- Association of Schools of Public Health in the European Region,SIP - Società Italiana di Pedriatria, eSITI - Società Italiana di Igiene.


I consigli del Ministero per i bambini


Secondo i consigli del Ministero della Salute Potete incoraggiare i vostri figli a contribuire a fermare la diffusione di COVID-19 insegnandogli le norme di igiene e prevenzione delle infezioni:

  • lavare spesso le mani con acqua e sapone o disinfettante per le mani a base di alcool  

  • evitare il contatto con persone malate (febbre, tosse, starnuti)

  • pulire e disinfettare quotidianamente le superfici più utilizzate nelle aree comuni della casa (ad esempio tavoli, sedie con schienale rigido, maniglie delle porte, interruttori della luce, telecomandi, scrivanie, bagni, lavandini)

  • lavare gli oggetti di uso comune, compresi i peluche lavabili, secondo le istruzioni del produttore. Utilizzare la temperatura maggiore consentita, e asciugare completamente.

Fonti:

  • Ministero della Salute
  • UniSR


Speciale Coronavirus:


Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube