Aifi e Long Covid: ruolo della fisioterapia nei sintomi del post malattia

03 settembre 2021
Aggiornamenti e focus

Aifi e Long Covid: ruolo della fisioterapia nei sintomi del post malattia



L'edizione del "World Physical Therapy Day" sarà dedicata quest'anno al Long Covid


Il "World Physical Therapy Day" sarà dedicato quest'anno al Long Covid, ovvero i segni e i sintomi che si sviluppano durante o a seguito di una infezione da Covid19. A sostenere quotidianamente la fisioterapia con campagne di sensibilizzazione, formazione e comunicazione è l'Aifi (Associazione italiana di fisioterapia) che da sempre cerca di accorciare le distanze fra cittadini e professionisti del settore.

L'edizione di quest'anno, quindi, metterà al suo centro un argomento particolare, quello appunto del Long Covid, sul quale non è stato ancora raggiunto un consenso circa una definizione a livello internazionale di cui però si elencano oltre 200 sintomi (dal fiato corto, alle palpitazioni, all'ansia) che si manifestano in combinazioni variabili e possono oscillare in schemi sia prevedibili che imprevedibili di riacutizzazioni e remissioni. L'Aifi, grazie al World Pt Day, porta all'attenzione dei media e dei cittadini il ruolo chiave dei fisioterapisti. Un lavoro silenzioso fatto di prevenzione, cura e riabilitazione passando per il contributo alla formazione e alla ricerca scientifica finendo al ruolo chiave nel supporto alle istituzioni per lo sviluppo di percorsi clinici sostenibili. E proprio la scelta di un tema così attuale mostra una peculiarità della fisioterapia, ovvero il non standardizzare le cure perché ogni paziente è un universo a sé, e la multiformità delle espressioni sintomatologiche del Long Covid sembra essere paradigmatico in tal senso.

Fonte: Doctor33

Tags:

In evidenza:

Speciale Coronavirus:

...e inoltre su Dica33: