Ansia e attacchi di panico

30 agosto 2008

Ansia e attacchi di panico




27 agosto 2008

Ansia e attacchi di panico

da tempo soffro di ansia moderata, ipertensione e ultimamente attacchi panico con disturbi classici di tachicardia , agitazione , nodo gola. . . . sensazione testa vuota. . . Il medico mi prescrive xeristar 60 e anseren 15 ma dopo 4 settimane non sono completamente tranquilla e chiedo se efexor 75 non sia meglio per il mio caso. Il medico mi dice di passare senza interruzione ad efexor. Io leggo gli effetti collaterali ed ho paura. . . . . posso ottenere gli stessi risultati a suo gentile parere anche senza cambiare terapia. . . . E perseverando nella cura . . . o e' meglio che accetti qualche effetto collaterale in piu' con efexor. . . . Grazie di cuore Mery

Risposta del 30 agosto 2008

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA ADELAIDE BALDO


Gli effetti collaterali tendono a scomnparire nel giro di una decina di giorni, a meno che non ci sia una "intolleranza" specifica alla molecola, nel qual caso la terapia va sospesa. Ovviamente prima di intraprendere una terapia farmacologica va fatta una diagnosi precisa che tenga conto di svariati aspetti, sia dia natura biologica sia di natura più strettamente psichica. Infatti spesso si riduce il problema alla sola ricerca del farmaco che tolga la sintomatologia. A volte invece è più utile, anche si fini della riduzione/scomparsa dei sintomi, capire se si possano modificare le risposte individuali agli stimoli vissuti come patogeni e che possono provenire sia dall'ambiente esterno sia dalle parti inconsce della mente.

Dott. Ssa M. Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)

Ultime risposte di Mente e cervello




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube