Chiarimenti su referti

27 dicembre 2005

Chiarimenti su referti




22 dicembre 2005

Chiarimenti su referti

Gentilissimo Dottore, ho 42 anni e Le premetto che ho come diagnosi le seguenti patologie: - Ipertiroidismo autoimmune (Basedow); - Connettivite indifferenziata - Artrite psoriasica Il referto della radiografia dell'omero recita: "Conservati i rapporti articolari scapolo-omerali. Nella metafisi prossimale dell’omero di sinistra, si rileva chiazza di sclerosi ossea da pregresso infarto osseo". Il referto della radiografia bacino e coxo-femorali: "Sclerosi dei tetti cotiloidei, con rima articolare conservata. Lievemente addensate le articolazioni sacro iliache con rima articolare conservata". Dalla scintigrafia ossea: " Segni di patologia osteoarticolare di alcuni metameri dorsali e lombari e nelle grandi e piccole articolazioni prossimali e distali; osteopenia diffusa". Cosa ne pensa di questi referti? La ringrazio anticipatamente per l'attenzione che mi accorderà. Un cordiale saluto.

Risposta del 27 dicembre 2005

Risposta a cura di:
Dott. GIANLUIGI PALOMBI


Non mi soffermo sul piccolo Infarto osseo e ho seri dubbi sul fatto che la scintigrafia possa avere tale referto (osteopenia in scintigrafia?). La cosa che mi preme segnalare è l'addensamento a carico delle sacroiliache; nell'artrite psorasica, soprattutto con interessamento assiale, può essere presente una sacroileite (sacroileite Psoriasi ca); l'addensamento descritto può essere interpretato anche come una iniziale infiammazione delle sacroiliache (sacroileite di I grado, in questo caso). E' chiaramente difficile fare una valutazione solamente leggendo il referto, senza l'ausilio della clinica e della visione dei radiogrammi stessi. Ma, vista l'anamnesi, mi permetto di consigliarLe l'effettuazione di una risonanza magnetica delle sacroiliache (che rappresenta l'esame di elezione per la diagosi di sacroileite all'esordio). Comunque la scintigrafia ossea (se effettivamente si tratta di scintigrafia) avrebbe dovuto chiarire la presenza di una sacroiliete attiva (aree di captazione del radiofarmaco a livello delle sacroiliache stesse).

Dott. Gianluigi Palombi
Medico Ospedaliero
Specialista in Reumatologia
PIOMBINO (LI)

Ultime risposte di Scheletro e Articolazioni


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube