Cistoscopia

12 aprile 2013

Cistoscopia




08 aprile 2013

Cistoscopia

Avendo problemi di prostata il dottore mi ha fatto fare una serie di esami preventivi fra cui anche io "citologico urine".
I referto dell'esame è stato che sono presenti "cellule atipiche" e che si richiedono ulteriori esami. L'ulteriore esame è rappresentato dalla cistoscopia. Non avendola mai fatta, vorrei porre alcune domande:
- Cosa pensano di scoprire con questo esame?
- Viene fatto con sedazione oppure no?
- Viene usato un catetere rigido o elastico?
- Quali saranno gli effetti collaterali? (Ho sentito che con molta
probabilità ci potranno essere dei sanguinamenti e difficoltà
di minzione)
- Visto che soffro di fibrillazioni atriali (saltuarie) e assumo la
cardioaspirina, quanti giorni prima (e dopo) devo smettere di
prenderla?

Grazie

Risposta del 12 aprile 2013

Risposta a cura di:
Dott. ANDREA MILITELLO


La cistoscopia serve a guardare dentro la vescica per escludere la presenza di piccole formazioni che potrebbero liberare le cellule atipiche. esistono cistoscopi flessibili. Il sottoscritto è un pauroso per cui la eseguirebbe in sedazione. Comunque con il flessibile si sopporta abbastanza bene e dura pochissimi minuti. rimango a disposizione

Dott. Andrea Militello
Casa di cura convenzionata
Casa di cura privata
Specialista convenzionato
Specialista attività privata
Specialista in Urologia
Roma (RM)

Ultime risposte di Salute maschile

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa