È cleptomane o cosa ?

20 novembre 2005

È cleptomane o cosa ?




11 novembre 2005

È cleptomane o cosa ?

Sono sposato da sette anni e mi trovo a confrontarmi con un problema che riguarda mia moglie e di conseguenza me. Mi sono reso conto che mia moglie ruba, si appropria di oggetti altrui. Per come questo avviene e per altri strani modi di comportarsi che accompagnano i periodi più intensi di questa sua “attività”, ho modo di pensare che in parte questo suo comportamento non è dettato dalla sua volontà. Ritengo che mia moglie sia affetta da cleptomania. Mentre da una parte sono convinto che il suo problema è psicologico poiché, come accennato prima, è accompagnato da altri strani sintomi, come la trascuratezza della sua persona (ingrassa pesantemente, non si lava, non si cambia gli abiti per mesi ) oppure perdendo interesse in quello che fa (sono due anni che non lavora, rimane a letto fino a tardi, ecc. ) lei che rimane rinomata per le sue capacità organizzative e la sua frenetica attività, da un altro lato non sono del tutto convinto poiché ho notato che lei non si appropria indiscriminatamente o casualmente di oggetti non suoi, ma si appropria di oggetti che desidera, di oggetti costosi e che magari non si può permettere, si appropria di oggetti con una certa razionalità. La mia domanda è questa: mia moglie è cleptomane o più semplicemente una ladra oppure soffre di qualche altra turbe psicologica ? come posso aiutarla a smettere questa sua attività e a stare meglio mentalmente ? esistono delle cliniche o strutture dove ci si può appoggiare? Come posso costringerla ad affrontare questo increscioso problema che lei non si è mai impegnata a voler risolvere ? Vi ringrazio per la vostra attenzione rimanendo in attesa della vostra risposta. Cordiali saluti.

Risposta del 20 novembre 2005

Risposta a cura di:
Dott.ssa MARIA ADELAIDE BALDO


E' possibile che sua moglie soffra di una forma depressiva con scarsa organizzazione della personalità. Le consiglio di rivolgersi ad uno psichiatra che abbia anche competenze psicoterapeutiche o ad un medico psicoterapeuta. Infatti è probabile che abbia bisogno di essere seguita con farmaci, ma anche atraverso una percorso psicoterapeutico.

Dott. Ssa M. Adelaide Baldo
Specialista attività privata
Specialista in Psicologia
BRESCIA (BS)

Ultime risposte di Mente e cervello


Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube