Epatite c

27 gennaio 2005

Epatite c




Domanda del 24 gennaio 2005

Epatite c


Gentile Dottore, mia moglie e' affetta da epatite C cronica da oltre 20 anni ha fatto diversi cicli di interferone senza risultati, ora ne sta facendo un altro da 6 mesi e le transaminasi tendono a scendere. Ma quello che non capiamo e' che questa volta la carica virale che era sempre alta è scesa da circa due mesi a 0,6. Un valore che dovrebbe dare un risultato negativo mentre l'esame specifico indica ancora positivo. Sapete dirmi se e' normale? Grazie, cordiali saluti. Giuseppe
Risposta del 27 gennaio 2005

Risposta di:
Dott. ANGELO SALOMONE MEGNA


Gentile signore,i tests per la ricerca del virus dell' Epatite C pur essendo molto perfezionati anche solo rispetto a cinque-sei anni fa , ancora non sono sensibili e specifici al 100% nello stesso tempo. Ciò significa che se viene eseguito un esame cosiddetto " qualitativo " questo potrà risultare positivo quando nello stesso paziente e nello stesso tempo l'esame " quantitativo " ( che indica non solo se il virus è circolante oppure no ma anche in che quantità di copie esso è presente) è invece negativo.Cioè l'esame meno sensibile (il quantitativo) risulta negativo quando l'esame più sensibile (il qualitativo) è positivo.Ovviamente ciò si verifica quando le copie virali in circolo sono molto basse. Quindi sua moglie per risultare veramente guarita deve avere transaminasi perfettamente nella norma ed una carica virale tanto più bassa possibile (ci si accontenta della negatività del test qualitativo che pur non numerando le copie del virus è più sensibile dell'altro) per un tempo indefinito.

Dott. Angelo Salomone Megna
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
BENEVENTO (BN)

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio


Ultime risposte di Malattie infettive


Vedi anche:


Potrebbe interessarti