Presenza linfonodi nel corpo

10 aprile 2020

Presenza linfonodi nel corpo




04 aprile 2020

Presenza linfonodi nel corpo

Sono una ragazza di 21 anni.
Da un bel po' di anni ormai ho notato la presenza di vari linfonodi ingrossati a giro per il corpo.
Iniziò tutto con una pesante influenza che mi fece ingrossare i noduli al collo con tanto di dolore mentre deglutivo.
Dopo una cura antibiotica io dolore e l'influenza passò ma i linfonodi rimasero gonfi.
Li ho fatto controllare svariate volte fino ad oggi e tutti mi dissero che non dovevo preoccuparmi. Questi non sono mai aumentati di volume.
Nel 2016 invece notai dei piccoli linfonodi sotto le ascelle.
Feci un'ecografia e l'ecografo non notò nulla di strano.
Li chiamò "le stazioni di polizia del corpo".
Questi sono invece non mobili, non dolenti e piccolini, mezzo cm al massimo forse.
Notai anche un piccolo linfonodo all'inguine (parte sinistra) forse poco meno di 1cm, non mobile, non dolente.
Fatta una visita ginecologica e lei mi ha calmata dicendomi che poteva essere anche per la ceretta.
Nel corso del tempo è diminuito di dimensione (prima era poco più grande di 1cm) e adesso e fisso così.
Qualche giorno fa invece ho notato dei linfonodi nelle guance (uno a dx e l'altro più piccolo a sx, tutti e due molli e mobili). Dal dentista li ho fatti controllare.
Ma il dentista mi disse che sembrava più muscolatura che altro e che dal punto di vista odontoiatrico non era nulla.
Il medico di famiglia mi ha detto di star tranquilla, che è una questione di predisposizione, per cui alla minima infiammazione il corpo reagisce così e spesso questi linfonodi ci mettono un bel po' a sgonfiarsi.
Ho fatto un emocromo per star sicura su consiglio del medico e ho avuto i risultati che rivelano solo un problema nelle urine, mentre tutto il resto è nella norma.
Io sarei tentata invece di fare di nuovo tutte le ecografie, all'inguine, alle ascelle, al collo e alle guance.
E poi andare da un ematologo.
Non ho altri sintomi.
Voi cosa ne pensate?

Risposta del 10 aprile 2020

Risposta a cura di:
Dott. ACHILLE LUCIO GASPARI


probabilmente non è nulla di preoccupante però è consigliata la visita di un ematologo

Dott. Achille Lucio Gaspari
Casa di cura privata
Universitario
Specialista in Chirurgia generale
Specialista in Cardiochirurgia
Roma (RM)

Ultime risposte di Tumori

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube