Pressione e feocromocitoma

21 agosto 2014

Pressione e feocromocitoma




17 agosto 2014

Pressione e feocromocitoma

Salve! In seguito a valori a volte alti della pressione riscontrati alle donazioni di sangue ho cominciato, su consiglio medico, a misurarmi la pressione a casa. La maggior parte delle volte ho una pressione " borderline" ;, cioè con la massima sui 130/139 e la minima tra gli 85 e gli 89. A volte la minima è poco sopra i 90, la massima quasi mai arriva o supera i 140. Mi è capitato però in questi 10 giorni in cui ho misurato più volte la pressione di rilevare per due volte una minima a 100 o poco più associata ad una massima sui 140. Dopo qualche ora la pressione scendeva a livelli " borderline" ;. Una volta sola ad una donazione mi hanno trovato la minima sopra i 100 e la massima a 160 (questo due anni fa ). La dottoressa mi ha consigliato di ricontrollare la pressione e al controllo successivo la dottoressa mi ha detto che ce la avevo bassa!
Ho paura di avere un feocromocitoma. . . questi valori sono suggestivi di feocromocitoma? Però non ho altri sintomi. . . Ho molta paura.

Risposta del 21 agosto 2014

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


No, questi valori non fanno sospettare un feomocromocitoma. In questo caso, si hanno dei picchi di pressione molto più alti e accompagnati da altri disturbI, come tachIcardia, sudorazione, spesso Diabete. I suoi valori, come dice lei, sono. " borderline ". Deve solo controllarli nel tempo.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube