Secrezione siero da ferita

11 giugno 2009

Secrezione siero da ferita




07 giugno 2009

Secrezione siero da ferita

Salve,
mia madre è stata operata per asportarle un tumore al seno e dopo 14 giorni dall'intervento è stata nuovamente ricoverata per una infezione post operatoria che l'ha portata ad un nuovo intervento per togliere il tessuto infetto.
Ora, a 21 giorni dalla seconda operazione, il chirurgo continua ad apirarle grandi quantità di siero (pur avendole tolto i punti), inoltre mia madre va da lui ogni tre giorni ed è l'unica delle pazienti operatesi insieme e dopo di lei ad avere ancora quasto problema.
Il chirurgo continua a ripetere che va tutto bene ma primo lo aveva già detto dopo il primo intervento e secondo, all'ultima medicazione fatta due giorni fa ho notato che dopo aver insistito lungamente con una "macchinetta" che serviva per una radiografia locale, visto che dall'ago non usciva siero, il chirurgo ha inciso con delle forbici un punto del seno da dove è uscita un'enorme quantità di siero.
Le chiedo se tutto questo è normale o devo rivolgermi ad un altro chirurgo.
Grazie.

Risposta del 11 giugno 2009

Risposta a cura di:
Dott. EDOARDO LIBERATORE


La complicanza di sua madre si chiama "linforrea", è molto comune dopo la chirurgia mammaria e lo svuotamento ascellare. Vuol dire, in un certo senso, che è stata fatta una pulizia ampia dei linfonodi ascellari. E' una cosa frequente, che non deve allarmarla perchè il chirurgo sta facendo quello che deve essere fatto in questi casi, e cioè evacuare ripetutamente il liquido se si riforma, fino a che il problema non si arresta, cosa che avverrà prima o poi.

Dott. Edoardo Liberatore
Medico Ospedaliero
Specialista attività privata
Specialista in Chirurgia generale
PESCARA (PE)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue

Tags:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa