Tachicardia notturna improvvisa

18 aprile 2017

Tachicardia notturna improvvisa




16 aprile 2017

Tachicardia notturna improvvisa

Salve, ho 42 anni. Lo scorso anno ho cominciato a soffrire di tachicardia e ho avuto anche degli episodi di tachicardia notturna che tuttora permangono. Il tutto è stato attribuito ad una tiroidite subacuta ( ma con valori ematici tiroidei normali) che poi ho curato e che pare risolta già da mesi. Il problema è che purtroppo mi capita ancora di svegliarmi all'improvviso di notte, come se avvertissi una sensazione di pre tachicardia. Ho giusto il tempo di mettermi a sedere sul letto, e poi i battiti impazziscono per alcuni minuti. Li sento in gola. Cerco di respirare lentamente e di gestire la cosa, ma non è semplice. Poi, lentamente, i battiti tornano normali. Mi rimane però un senso di nausea, spossatezza e ovviamente tanto spavento. Ho fatto gastroscopia per valutare problemi digestivi e la diagnosi è di ernia iatale e reflusso (che curo comunque da tempo con Nexium e antiacidi e che, a parte un inspiegabile bruciore alla lingua, non mi danno fastidi importanti). Prendo mezza compressa di Lobivon dal periodo della tiroidite. Ho fatto ecg, ecocardiogramma, holter. Tutto negativo. Le volte in cui sono andata in pronto soccorso (qui non abbiamo ospedale ma solo un pronto intervento) le crisi di battiti erano rientrate e spesso nemmeno mi veniva fatto ecg. La sera prendo il Lexotan per cercare di aiutare un riposo sereno. Ma ultimamente faccio le ore piccole proprio per paura di dormire e di avere problemi. Se poteste darmi una mano a capire, vi sarei davvero grata.

Risposta del 18 aprile 2017

Risposta a cura di:
Prof. ALBERTO TITTOBELLO


Purtroppo l'Holter non ha registrato periodi di tachicardia e quindi non abbiamo elementi per una valutazione della tachicardia. Tuttavia, se l' ECG non mostra particolari alterazioni della formazione e della trasmissione dello stimolo elettrico, non deve avere paura. La terapia che lei segue non comprende farmaci antiaritmici. Senta cosa dice. Il suo cardiologo.

Prof. Alberto Tittobello
Casa di cura privata
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Gastroenterologia
Specialista in Cardiologia
Milano (MI)

Ultime risposte di Cuore circolazione e malattie del sangue

Sei un medico?

Clicca qui per rispondere alla domanda

Clicca qui e scopri come aderire al servizio




Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa