Un errore che costa caro

11 marzo 2005

Un errore che costa caro




08 marzo 2005

Un errore che costa caro

Salve, sono una ragazza di quasi 26 anni. Vivo una splendida relazione amorosa con il mio ragazzo ormai da cinque anni e mezzo, lo amo, ci amiamo e abbiamo progetti per il nostro futuro insieme. Il problema è il seguente:quando discutiamo(in genere per motivi banali!) purtroppo tendo molto spesso a dire la frase "io sono fatta così, non posso farci niente, non puoi pretendere che cambi" e ultimamemente mi sta costando cara perchè ogni volta che la dico lui si arrabbia molto, dice giustamente che bisogna venirsi incontro e che non è pensabile che solo uno nella coppia lo faccia. Insomma, l'ho visto decisamente turbato di questa cosa. Tengo a precisare che lui è un forte mediatore, gestisce il rapporto forse in modo più maturo(ha quasi 30 anni), evita di litigare quando non ce n'è bisogno, pesa molto le parole ma soprattutto raramente antepone le sue esigenze o il suo carattere quando discutiamo. Io prendo fuoco facilmente, dico cose di cui poi mi pento, sto malissimo dopo e in più mi prende la paranoia che finirò per perderlo se non mi do una "regolata". Ma io lo amo davvero! Per caso ho una specie di malattia perchè non è possibile che mi rendo conto di sbagliare ma sempre dopo aver commesso l'errore?! Sono terrorizzata che un giorno lui possa dirmi "non fai altro che dirmi che mi ami ma poi quando si tratta di dimostrarmelo anche dalle piccole cose non fai niente!"Come evitarlo? Quali sono le strategie di coppia per risolvere i conflitti quotidiani? Vi prego rispondetemi, ho scritto più volte per altri argomenti ma non ricevo mai la risposta, non so perchè. Forse sono troppo lunga ma non ho il dono di essere sintetica. Grazie

Risposta del 11 marzo 2005

Risposta a cura di:
Dott. ANDREA PIERÒ


Non credo che ciò che lei descrive si possa definire una patologia. Certamente esistono dei tratti del suo carattere e del suo temperamento che l'aiutano in certe situazioni, ma che rendono più difficoltoso per lei aprirsi pienamente all'altro in altre. Credo che solo una psicoterapia potrebbe aiutarla a fare chiarezza sul periodo che sta vivendo e sulle sue modalità di relazionarsi all'interno della coppia. Non credo invece che la scelta migliore al momento sia la terapia di coppia. E curiosa infine la sua ultima frase che (forse sono troppo lunga. . . . ) che mi ricorda il "io sono fatta così, non posso farci niente, non puoi pretendere che cambi".
Ad una domanda non segue sempre una risposta, ma è necessario comunque mettersi in una posizione di ascolto per permettere all'eventuale risposta di arrivare a noi.

Distinti Saluti

Dott. andrea pierò
Specialista attività privata
Universitario
Specialista in Psichiatria
TORINO (TO)



Ultime risposte di Mente e cervello

Tags:

...e inoltre su Dica33:

Ultimi articoli
Disturbi mentali, parte il concorso People in Mind di Lundbeck Italia
Mente e cervello
26 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Disturbi mentali, parte il concorso People in Mind di Lundbeck Italia
Alzheimer, la forma più frequente di demenza
Mente e cervello
15 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Alzheimer, la forma più frequente di demenza
Padovani, Airalzh: Telehealth rivoluzione per Alzheimer
Mente e cervello
05 ottobre 2021
Notizie e aggiornamenti
Padovani, Airalzh: Telehealth rivoluzione per Alzheimer