Vincere la cellulite con il detox

28 gennaio 2024

Vincere la cellulite con il detox



Tags:

Qual è il miglior modo per iniziare a dire addio alla cellulite? Ce lo spiega Riccardo Gaspari nel libro  Vincere la cellulite - con alimentazione, integrazione e allenamento (Edizioni Lswr).


Non solo una corretta dieta e il costante allenamento, ma anche un percorso disintossicante che comprenda un corretto regime alimentare, la gestione dello stress e il supporto di integratori naturali.

- Perché utilizzare gli integratori detox naturali?

- Quali scegliere?

- Quali sono i benefici?

- Quali sono le regole essenziali per avviare un periodo di disintossicazione?

- Cosa non si può mangiare?

- Come si struttura un piano alimentare giornaliero?

- Quali sono i cibi che ci aiutano a contrastare lo stress?

Ce lo spiega Riccardo Gaspari nel libro "Vincere la cellulite - con alimentazione, integrazione e allenamento (Edizioni Lswr).



Come strutturare un periodo disintossicante?


Seguire un periodo disintossicante non è difficile: lo si può fare per due o tre giorni dopo un periodo di bagordi alimentari, oppure per qualche giorno al mese.

Le poche ma ferree regole:

1) no al cibo conservato (quello delle scatole, dei sacchetti, delle lattine),

2) no agli alimenti raffinati (quelli troppo bianchi: farina, riso, zucchero, sì alle alternative integrali),

3) no alcolici,

4) no carni rosse, salumi e formaggi stagionati.

5) via libera a frutta e verdura fresche di stagione, legumi, formaggi freschi magri.

6) Bere molta acqua (aiuta il corpo a smaltire le tossine).

7) Sì a centrifugati di verdura e tisane.



Gli alimenti giusti per la disintossicazione


Ecco alcuni alimenti che facilitano la depurazione e che sono vivamente consigliati durante la dieta disintossicante: ananas, carciofo, cipolla, cetriolo, cocomero, finocchio, prezzemolo, sedano (bio), cavoli, broccoli, mele, prugne, frutti di bosco, riso integrale, yogurt bianco naturale, olio extravergine d'oliva.


Gli alimenti no

Quali sono, invece, gli alimenti da eliminare nei giorni di dieta depurativa? Sale, cibi affumicati, fritti, dolciumi, caffè, würstel, hamburger, alcolici.


L'ingrediente base per la disintossicazione: l'acqua

Deve essere scelta in base alle personali necessità.

Le modalità di distribuzione dell'acqua nel corso della giornata sono estremamente importanti. È infatti necessario bere a digiuno la mattina appena alzati e possibilmente lontano dai pasti nel corso delle ore successive.

Bere limitate quantità di acqua rende inutile qualsivoglia tentativo di depurazione e disintossicazione da parte dell'organismo nei confronti delle tossine.


Tè e tisane

Oltre all'acqua, anche bere le tisane e alcuni tipi di tè può aiutarci nel delicato ma importante lavoro di pulizia e drenaggio corporeo. Il tè bancha e il tè bianco fanno proprio al caso.

Il primo è naturalmente privo di caffeina e teina ma ricco invece di minerali e dall'azione diuretica importante.

Il secondo invece ha un'azione antiossidante piuttosto decisa.



Quali integratori scegliere?

Gli integratori naturali, spesso fitoterapici, favoriscono l'eliminazione delle scorie in maniera delicata e fisiologica, senza creare alcuno scompenso all'organismo, apportandogli solo ed esclusivamente benefici.

"Le sostanze naturali contenute in questi prodotti, infatti, svolgono un effetto drenante e depurativo".

Fra la grande gamma che madre natura ci offre, "fra i miei preferiti troviamo il tarassaco (che contiene inulina), il cardo mariano (che contiene silmarina), il carciofo, la meriva e anche la spirulina".

Di fondamentale importanza è sottolineare che, a differenza di un farmaco, che solitamente si presenta sotto forma di una molecola singola, questi prodotti, creati esclusivamente con sostanze 100% naturali, risultano essere un mix di diverse sostanze che svolgono un'azione sinergica su più fronti.

Di conseguenza, oltre alla totale eliminazione degli effetti collaterali potenzialmente causati dall'uso di farmaci, questi preparati naturali hanno sull'organismo un effetto drenante sui liquidi in eccesso e depurativo sull'intero organismo.

Importante: questi prodotti vanno utilizzati in maniera intelligente ed è sempre consigliato affidarsi a medici ed esperti nei vari settori prima di intraprendere qualsiasi protocollo alimentare o di allenamento.


Un esempio di piano nutrizionale detox (in collaborazione con il dott. Patrizio Bianchi, biologo nutrizionista)

Colazione: bicchiere d'acqua con limone spremuto prima di iniziare la colazione + olio di lino biologico.

Yogurt di soia bianco senza zuccheri + porzione di frutta di stagione + fiocchi di cereali (senza zuccheri) + mix di frutta secca.

Spuntino: frutta di stagione + frutta secca.

Pranzo: iniziare il pranzo con insalata mista condita con olio extravergine di oliva e spezie.

Pasta integrale (frumento-farro-grano saraceno) con verdure a piacere e legumi secchi (ceci-lenticchie-fagioli).

Merenda: tè verde dolcificato con stevia (facoltativamente) e frutta

Cena: iniziare la cena con verdura mista cruda o cotta (a vapore o grigliata), condita con olio extravergine di oliva e spezie.

Pesce azzurro, alici o sarde, o sgombro fresco conditi con olio extravergine di oliva e spezie + mix di semi (lino-chia-zucca-girasole)



Stop allo stress!

Evitare quanto più possibile lo stress e imparare tecniche di meditazione.

Lo stress infatti aumenta i livelli di cortisolo e questo contribuisce a un ulteriore surplus di lavoro per il fegato.


I cibi contro lo stress

Ci sono alimenti che permettono di controllare il livello di zuccheri nel nostro sangue e così combattere l'ansia, veri e propri antistress naturali.

Ecco alcuni esempi:

Yogurt: i probiotici, contenuti nello yogurt, favoriscono un'attività gastro-intestinale sana, pertanto rappresentano un importante alleato contro lo stress e per garantire un corretto funzionamento di tutto il nostro impianto alimentare e immunitario.

Verdure: crucifere come broccoli, cavoli, cavolo nero, ma anche asparagi e spinaci e, in generale, tutte le verdure dal colore verde scuro-viola, contengono sostanze in grado di neutralizzare lo stress ossidativo e migliorare le prestazioni della nostra mente. Gli asparagi, inoltre, contengono folati, di grande aiuto per regolare i livelli di omocisteina. In tutte, la presenza delle fibre rappresenta un elemento importantissimo per migliorare le funzioni intestinali.

Frutta secca: alimenti come noci, mandorle, pistacchi hanno un elemento principe, il magnesio, ma anche la vitamina B ed E, utili per rafforzare il sistema immunitario e contrastare l'affaticamento cerebrale.

Tè e tisane: secondo recenti studi il tè, in particolare quello nero, è in grado di ridurre fortemente lo stress.



Riccardo Gaspari

Vincere la cellulite - Edizioni Lswr





In evidenza:

Salute oggi:

...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Fitoretinoli: sostituti vegetali del Retinolo
Pelle
27 febbraio 2024
Notizie e aggiornamenti
Fitoretinoli: sostituti vegetali del Retinolo
Colesterolo alto, un aiuto da steroli e dieta mediterranea
Alimentazione
14 febbraio 2024
Notizie e aggiornamenti
Colesterolo alto, un aiuto da steroli e dieta mediterranea
Ortoressia: in aumento tra i giovani un nuovo disturbo legato al cibo
Alimentazione
10 febbraio 2024
Notizie e aggiornamenti
Ortoressia: in aumento tra i giovani un nuovo disturbo legato al cibo
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa