Malattie della tiroide ancora poco conosciute

12 aprile 2012

News

Malattie della tiroide ancora poco conosciute


tiroide, malattie della tiroide, occhi sporgenti, gozzo, ipotiroidismo, ipertiroidismo

«Se c'è un organo che se manca può essere sostituito bene questo è la tiroide» forse per questo secondo Aldo Pinchera, professore emerito di endocrinologia all'Università di Pisa, la percezione delle malattie della tiroide da parte della popolazione generale è piuttosto bassa, per quanto siano circa 2 milioni e mezzo gli italiani che ne soffrono. È questo il principale risultato di un'indagine Doxa, presentata ieri a Milano, secondo la quale le malattie della tiroide sono note soltanto a un italiano su cinque. E anche chi le conosce non sembra avere le idee molto chiare: per il 51% degli intervistati chi ha problemi alla tiroide ha gozzi enormi, un fatto ormai più unico che raro, mentre per il 37% il sintomo della malattia sono gli occhi sporgenti. E solo il 7% degli italiani, intervistati dalla Doxa, considera l'ipotiroidismo una malattia seria e invalidante, mentre in realtà un terzo di chi ne soffre la considera fonte di importanti disagi fisici. «La tiroide» spiega Pinchera «contribuisce a regolare i processi metabolici, i battiti cardiaci, i livelli di colesterolo, il peso corporeo, la forza muscolare, il ritmo delle mestruazioni, lo stato mentale e ancora tante altre funzioni: un delicato motore che deve lavorare al meglio per mantenere in perfetto equilibrio l'organismo. Per questo motivo è consigliato eseguire le prove di funzionalità tiroidea con una semplice analisi del sangue nei soggetti a rischio, quando c'è familiarità, e in età neonatale o in gravidanza. Con questo obiettivo ogni anno promuoviamo la Settimana della tiroide, che nel 2012 si svolgerà dal 18 al 25 maggio, con iniziative dedicate proprio all'informazione e alla prevenzione». Sul fronte terapeutico, la cura dell'ipotiroidismo è consolidata e si basa sull'assunzione di levotiroxina, disponibile in compresse o soluzione orale (da poco anche in flaconcini monodose) per facilitarne l'assunzione in caso di malassorbimento.


Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube