La salute degli anziani è anche questione di autostima

04 aprile 2014
News

La salute degli anziani è anche questione di autostima


anziani autostima

Con il tempo che passa la salute si fa più fragile e a volte i farmaci da soli non riescono a risolvere tutti i problemi. Dagli Stati Uniti arriva però una scoperta che potrebbe aiutare gli anziani a prendersi cura in un modo un po' particolare del proprio benessere: sembra infatti per rimanere in forma anche dopo i 60 anni l'autostima sia determinante.

«Abbiamo valutato 147 persone con un'età uguale o superiore a 60 anni, controllando ogni due anni i livelli di cortisolo - l'ormone dello stress - la presenza di sintomi di depressione e il grado di autostima» spiega Sarah Liu della Concordia university di Montreal e co-autrice di un articolo pubblicato sulla rivista Psyconeuroendocrinology.

«Si sente inutile?» è questa una delle domande che i ricercatori a stelle e strisce hanno utilizzato per misurare il livello di autostima nelle persone coinvolte nello studio. E i risultati parlano da soli: una bassa autostima è legata ad alti livelli di cortisolo, e viceversa. E come se non bastasse, questo legame è risultato più forte in chi aveva una storia di stress o depressione alle spalle.

«Dal momento che esiste un legame tra autostima e benessere fisico e psicologico, aumentare l'autostima significherebbe aiutare gli anziani a rimanere in forma più a lungo» afferma l'autrice, che poi mette l'accento sulla prevenzione: «La soluzione ottimale e definitiva è impedire che l'autostima cali con il passare degli anni» chiarisce. Certo sono dati importanti in una società che è sempre più vecchia e che deve fare conti con i problemi di salute di tante persone che hanno superato i 60-65 anni e che, in base ai risultati dello studio di Liu e colleghi, devono essere ancora approfonditi.
«Nello studio abbiamo valutato i livelli di cortisolo e abbiamo visto che quando questi salgono l'autostima scende, ma il dato non ci dice che esiste un rapporto causa-effetto tra le due condizioni» conclude la ricercatrice. E le vie da percorrere per chiarire questi dubbi sono diverse: come spiegano gli autori, si potrebbe per esempio partire dallo studio di come la scarsa autostima influenza il sistema immunitario.




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube