Cistite, come comportarsi

22 dicembre 2021
Aggiornamenti e focus

Cistite, come comportarsi



Problema soprattutto femminile, la cistite è l'infiammazione della mucosa della vescica. Le cause della cistite possono essere infettive, legate alla presenza di batteri di origine intestinale, oppure irritative quando il disturbo deriva da una eccessiva acidità delle urine. Esiste infine la cistite post-coitale, che si verifica entro 72 da un rapporto sessuale.

Nel caso dell'infezione batterica, i germi patogeni, - uno di quelli che sono maggiormente implicati è l'Escherichia Coli - raggiungono la vescica dall'esterno, attraverso l'uretra, o dall'interno attraverso organi vicini.

I sintomi della cistite possono essere molto fastidiosi e comprendono:
  • difficoltà a urinare
  • dolore durante la minzione
  • costante stimolo a urinare, se pur in piccolissime quantità
  • bruciore
  • senso di peso
In caso di carica batterica molto elevata possono manifestarsi perdite di sangue e febbre.

La terapia per la cistite si basa sugli antibiotici, eventualmente associati a antidolorifici e antispastici. L'ideale è effettuare un esame delle urine e una urinocultura con antibiogramma per individuare il patogeno responsabile e l'antibiotico più adatto. Meglio evitare quindi di assumere antibiotici senza essere certi che possano essere efficaci, per evitare fenomeni di sensibilizzazione.

Prevenire la cistite


Anche durante la fase acuta è importante bere molto, aumentando le quantità di liquido abitualmente assunte. Oltre all'acqua sono indicate le tisane, per esempio di malva o uva ursina, che hanno un effetto decongestionante sulle mucose, mentre sono da evitare bevande acide e gassate, caffè, birra, alcolici.

Inoltre è consigliabile non trattenere l'urina a lungo e avere cura dell'igiene intima, utilizzando detergenti non aggressivi, ancor di più durante il ciclo mestruale e in occasione dei rapporti sessuali, e mantenere la regolarità dell'intestino. In alcuni casi può essere utile assumere dei probiotici.

Qualsiasi irritazione esterna o infiammazione locale può preparare il terreno per la crescita dei batteri alcuni accorgimenti possono aiutare nella prevenzione:
  • Indossare biancheria intima di cotone
  • Utilizzare detergenti non aggressivi e clinicamente testati
  • Evitare però lavaggi troppo frequenti, per non alterare i meccanismi di difesa delle mucose
  • Non indossare salvaslip
  • Evitare, se possibile, la pillola anticoncezionale
  • Limitare cibi e bevande che rendono le urine acide (alcolici, birra, caffè, bevande gassate, pomodori, cibi piccanti, salumi)

Stefania Cifani

Tags:


In evidenza:

Salute oggi:

...e inoltre su Dica33:
Ultimi articoli
Woman Hospital: una nuova frontiera per la Sanità
Salute femminile
11 maggio 2022
Notizie e aggiornamenti
Woman Hospital: una nuova frontiera per la Sanità
Serena Missori: il reset ormonale, dal ciclo alla menopausa senza stress
Salute femminile
05 maggio 2022
Notizie e aggiornamenti
Serena Missori: il reset ormonale, dal ciclo alla menopausa senza stress
Vulvodinia, facciamo chiarezza
Salute femminile
04 maggio 2022
Notizie e aggiornamenti
Vulvodinia, facciamo chiarezza
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su YoutubeSeguici su Instagram
Farmacista33Doctor33Odontoiatria33Codifa