Genitori e adolescenti: le regole servono

05 settembre 2018

News

Genitori e adolescenti: le regole servono


Muro contro muro. Spesso il rapporto tra adolescenti e genitori si rivela uno scontro frontale. Imposizioni da una parte, senso di ribellione dall'altra. La comunicazione si fa difficile e ciascuno smette di capire l'altro. È in questa fase che si aprono profonde crepe nel rapporto con i figli. Ma soprattutto si innescano meccanismi non sempre sani di crescita.


Le regole servono


La premessa è necessaria. Cambiamo i tempi, mutano le esigenze, si allargano i confini di libertà che vengono richiesti, ma resta immutabile l'esigenza di dare delle regole. Regole chiare, coerenti, talvolta flessibili al mutare della situazione.

E invece il più delle volte si oscilla tra l'intransigenza più rigida e il permissivismo più totale. Con l'adolescente bisogna al contrario dialogare, applicare delle regole che siano giuste e saperle motivare di volta in volta. Sforzarsi poi di capire le ragioni dell'insofferenza: se sono il segnale di una normale fase di crescita oppure nascondono un altro tipo di disagio. Se si riesce a seguire questa strada, il più delle volte gli adolescenti si dimostrano disponibili a capire e ad accettare.

Se invece le regole sono dure, non trattabili, imposte dall'alto, l'adolescente non sarà in grado di comprenderle e farle sue. Le assocerà ad una sorta di gabbia, ad una limitazione forzata della propria libertà e trasformerà il disagio in rabbia e opposizione dura. Fino a rischiare di provocare in lui il desiderio di fare comunque quello che vuole. Ma questa volta di nascosto.


La regola dell’ascolto


Le regole, dunque, sono necessarie. E sono pure in qualche modo - anche se inconsapevolmente - richieste dallo stesso adolescente. Purché si sappia mantenere la capacità di ascoltare. La disponibilità ad ascoltare cosa il ragazzo ci vuole dire, a valutare insieme una regola e a capirne il significato.

Questo comportamento ci porterà a trattare da adulto chi è impegnato nel non facile percorso di crescita, dandogli la percezione esatta del nostro desiderio di condividere con lui delle scelte e di aiutarlo a prendersi le sue responsabilità. E non ultimo: accettate di dimostrare sempre le vostre fragilità: fate capire all'adolescente che cosa vi preoccupa rispetto a quello che lui chiede.

Carla De Meo



Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:


Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube