Bambini, non lavarsi i denti non è un premio

20 marzo 2019

News

Bambini, non lavarsi i denti non è un "premio"



Ancora troppi bambini vanno a dormire senza aver lavato i denti. Anzi, saltare la fase di pulizia dei denti è, in un caso su dieci, una ricompensa che i genitori concedono in cambio di buon comportamento.
Si tratta di uno dei risultati di una indagine condotta dalla società Edelman Intelligence su un campione di 4.000 persone (bambini, ragazzi e genitori) in otto paesi, tra cui l'Italia e presentata in occasione della Giornata mondiale della salute orale.

Igiene orale, c’è ancora molto da fare


Brutte notizie, in generale, per la salute della bocca. L'indagine rivela che nell'ultimo anno, in Italia, il 53% dei bambini ha sofferto di disturbi del cavo orale; il 31% dei giovani intervistati dichiara di aver sofferto un fastidio di natura moderata o grave.
La routine di igiene orale quotidiana risulta spesso un "peso" per grandi e piccini; solo  il 36% dei bambini viene accompagnato dai genitori dal dentista per un check up di routine. E c'è di più: in sei casi su dieci il consulto del dentista è richiesto solo dopo che i problemi si sono già presentati. 

Il ruolo dei genitori


I genitori dovrebbero essere la chiave prevenzione, ma sono proprio gli adulti i primi a manifestare uno stato di ansia diffuso nell'andare dal dentista; ansia che non solo viene trasmessa ai figli, ma è anche il primo ostacolo che impedisce loro di portare i bambini periodicamente dall'esperto.

Sempre secondo la ricerca, inoltre, il 40% dei genitori ammette di sentirsi nervoso e ansioso nel portare il bambino dal dentista (pur non dovendo subire nessun tipo di trattamento) e in un caso su due ha finto di non essere spaventato dal dentista per far sì che il bambino fosse tranquillo, pur essendo, in realtà, molto intimorito.
Per contro il 23% dichiara di non essere mai andato dal dentista per paura, ma di aver "forzato" i propri figli ad andarci.

"Il rituale dell'igiene orale, è uno dei momenti regolari e costanti che accompagnano bambini  nella crescita e nella consapevolezza di far parte di una comunità che si caratterizza per comportamenti e regole", afferma la pedagogista Gabriella Fontana. "Dare regole precise, incoraggiare i bambini a fare da soli, esercitare un rinforzo positivo e tollerare qualche piccolo errore di percorso, sono la chiave per permettere ai piccoli di avvicinarsi all'obiettivo". Anche  quando si tratta di igiene personale.



Vedi anche:


Ultimi articoli
Dentatura decidua
01 aprile 2019
Notizie e aggiornamenti
Dentatura decidua
L'esperto risponde