Infertilità femminile: cause e diagnosi

27 maggio 2020
News

Infertilità femminile: cause e diagnosi


L'infertilità interessa il 15% delle coppie. Rispetto alla sterilità esprime una condizione - non assoluta nel tempo - di incapacità di arrivare ad una gravidanza per ragioni legate alla donna o all'uomo. L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha individuato anche una tempistica precisa: una coppia può essere definita infertile dopo 12/24 mesi di rapporti non protetti e mirati al concepimento. L'infertilità non indica quindi, come nel caso della sterilità, l'impossibilità al concepimento. Ma una condizione che in molti casi, indagandone l'origine fisica o psicologica, è possibile rimuovere o, in altri casi, accompagnare nel percorso verso la procreazione assistita. L'approfondimento clinico che permette di arrivare alla diagnosi di infertilità femminile prevede:

  • isterosalipinografia - controlla tube e malattie congenite dell'utero

  • ecografia pelvica transvaginale - registra anomalie dell'apparato riproduttivo

  • indagini genetiche

  • dosaggi ormonali

  • tampone vaginale - rileva la presenza di infezioni

  • isterosonografia - analizza utero e tube

  • isteroscopia - ispeziona la cavità endometriale

  • ecografia 3D dell'utero


Infertilità femminile: le cause principali


Quando le cause dell'infertilità vengono individuate nella donna, sono attribuibili per gran parte a problemi meccanici e, in seconda battuta ad anomalie ormonali. Non sono rari i casi in cui le cause siano molteplici e nell'8% dei casi l'origine resta ignota (infertilità idiopatica). Possono essere determinanti malattie genetiche o sistemiche ed età della donna. Esistono alcune cause principali e più comuni. L'infertilità può essere infatti di natura:

  • Pelvica o tubarica. Si verifica quando le tube di Falloppio (collegano le ovaie all'utero) non funzionano perfettamente o quando vengono segnalate aderenze a livello pelvico sviluppatesi a seguito di interventi chirurgici o di infiammazioni.

  • Vaginale. Anomalie anatomiche della vagina, vaginismo

  • Cervicale. Quando gli spermatozoi non trovano nella cervice uterina il muco idoneo a facilitarli nel loro percorso. Ci si può trovare di fronte ad una carenza di estrogeni oppure a ghiandole cervicali danneggiate a causa di infezioni pregresse o interventi chirurgici.

  • Uterine. Anomalie congenite che interessano l'utero

  • Ormonali. In questa condizione si registra una mancata produzione - o una forte irregolarità - di ovulazione. Si parla di "ridotta riserva ovarica".

Anche le conseguenze dell'endometriosi  - che può essere asintomatica - rappresentano un ostacolo al concepimento e possono portare a infertilità della donna.


Carla De Meo


Bibliografia

  • R. VignatiIl problema della sterilità nella coppia: una variabile imprevista, Psiconline, 2002
  • Registro Nazionale Procreazione Medicalmente Assistita. Infertilità e tecniche di PMA. FAQ:https://www.stateofmind.it/tag/infertilita-sterilita/
  • Foresta C (coordinatore), et al. Il percorso clinico-diagnostico della coppia infertile. Coop. Libraria Editrice Università di Padova, 2011
  • Andrews, F.M., Abbey A., Halman, J.. Is fertility problem stress different? The dynamics of stress in fertile and infertile couples. Fertility and Sterility, 57, 1247-53, 1992
  • Baldaro Verde, J. Sentimenti di vergogna e di colpa nella dinamica della coppia sterile: La richiesta di fecondazione assistita. Fertilità e Sterilità, CIC Edizioni Internazionali, Roma, 1998
  • Cook, R. The relationship between sex role and emotional functioning in patients undergoing assisted conception. Psichosomatic Obstetrics and Gynecology, 4, 31-40, 1993




Notizie e aggiornamenti:

Vedi anche:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube