Diltiazem EG

08 agosto 2020

Diltiazem EG




Diltiazem EG è un farmaco a base di diltiazem cloridrato, appartenente al gruppo terapeutico Calcioantagonisti. E' commercializzato in Italia da EG S.p.A. - Società del Gruppo STADA Arzmeimittel AG.


Confezioni e formulazioni di Diltiazem EG (diltiazem cloridrato) disponibili e foglietto illustrativo


Seleziona una delle seguenti confezioni di Diltiazem EG (diltiazem cloridrato) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Diltiazem EG (diltiazem cloridrato) e perchè si usa


  • Trattamento dell'angina pectoris da sforzo, post infartuale e vasospastica (angina di Prinzmetal).
  • Trattamento dell'ipertensione arteriosa di grado lieve e moderato.



Come usare Diltiazem EG (diltiazem cloridrato): posologia, dosi e modo d'uso


DILTIAZEM EG 60 mg Compresse

Angina pectoris:

1 compressa tre volte al giorno, ad intervalli regolari. Se necessario, la dose potrà essere aumentata fino a due compresse tre volte al giorno in base al parere del medico.

Ipertensione:

Da mezza ad una compressa tre volte al giorno.

Nei pazienti anziani ed in quelli con insufficienza renale o epatica o che necessitano di due farmaci anti-ipertensivi la dose iniziale sarà di mezza compressa tre volte al giorno.

DILTIAZEM EG 120 mg Capsule rigide a rilascio modificato

DILTIAZEM EG 180 mg Capsule rigide a rilascio modificato

Ipertensione: 240 mg una volta al giorno.

Per ottenere una risposta clinica soddisfacente ed individuare il dosaggio ottimale può essere necessario partire da 120 mg al giorno ed aumentare la dose di 60 mg o 120 mg ogni 2 settimane (solitamente il dosaggio ottimale varia da 240 a 360 mg al giorno).

Per i pazienti anziani e per coloro che soffrono di insufficienza epatica o renale, è necessario usare una dose più bassa (una capsula di DILTIAZEM EG Capsule rigide a rilascio modificato 120 mg) da prendersi una volta al giorno, almeno all'inizio della terapia.

Ridurre il dosaggio se si notano reazioni avverse oppure se la frequenza del polso scende a meno di 50 battiti al minuto.

Popolazioni speciali

Età pediatrica

Non sono state accertate la sicurezza di impiego e l'efficacia nei bambini. L'uso di diltiazem non è raccomandato nei bambini.

Nei pazienti anziani e in quelli con insufficienza renale o epatica o che assumono contemporaneamente altri farmaci antipertensivi, utilizzare la dose minima efficace.

Particolare cautela è richiesta all'inizio del trattamento.



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Diltiazem EG (diltiazem cloridrato)


  • Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
  • Associazione con ivabradina (vedere paragrafo 4.5).
  • Ipotensione (pressione sistolica inferiore a 90 mmHg).
  • Infarto miocardico acuto con congestione polmonare.
  • Sindrome del nodo del seno tranne che in presenza di pacemaker ventricolare funzionante.
  • Disturbi della conduzione (blocco seno-atriale).
  • Blocco atrio-ventricolare di secondo o terzo grado in pazienti senza pacemaker ventricolare funzionante.
  • Bradicardia grave (sotto i 40 bpm).
  • Insufficienza ventricolare sinistra con congestione polmonare.
  • Insufficienza cardiaca congestizia.
  • Uso concomitante di un'infusione di dantrolene e amiodarone (vedere paragrafo 4.5).
  • Gravidanza accertata o presunta, allattamento.
  • Generalmente controindicato in età pediatrica (vedere paragrafo 4.2).



Diltiazem EG (diltiazem cloridrato) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Sono disponibili dati molto limitati sull'uso di diltiazem nelle pazienti in gravidanza. Il diltiazem ha mostrato tossicità riproduttiva in alcune specie animali (ratto, topo, coniglio). Il diltiazem è perciò controindicato in gravidanza, così come nelle donne in età fertile che non utilizzano anticoncezionali efficaci.

Il diltiazem viene escreto nel latte materno in basse concentrazioni, L'allattamento durante l'assunzione di questo medicinale deve essere evitato. Se l'utilizzo di diltiazem è considerato clinicamente essenziale, deve essere utilizzato un metodo alternativo per nutrire il bambino.



Vedi patologie correlate:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Farmaci:
Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube