Rovamicina

21 gennaio 2020

Rovamicina




Rovamicina è un farmaco a base di spiramicina, appartenente al gruppo terapeutico Antibatterici macrolidi. E' commercializzato in Italia da Sanofi S.p.A..


Confezioni e formulazioni di Rovamicina (spiramicina) disponibili


Seleziona una delle seguenti confezioni di Rovamicina (spiramicina) per accedere alla scheda relativa, visualizzare il prezzo e scaricare il foglietto illustrativo (bugiardino):


A cosa serve Rovamicina (spiramicina) e perchè si usa


La Rovamicina trova indicazione nelle infezioni da germi sensibili.

  • Infezioni del cavo orale: parodontopatie e gengiviti, coadiuvante nel trattamento della piorrea alveolare;
  • Infezioni delle vie respiratorie: rinofaringiti, angine, laringiti, otite media, bronchiti, broncopolmoniti, polmoniti, ascessi polmonari, empiemi;
  • Infezioni varie: pertosse, erisipela, scarlattina, gonorrea;
  • Infezioni dei tessuti molli: piodermiti, foruncolosi, ascessi, piaghe infette;
  • Trattamento delle complicanze batteriche broncopolmonari dell'influenza e delle malattie esantematiche.



Come usare Rovamicina (spiramicina): posologia, dosi e modo d'uso


Adulti

La dose giornaliera è abitualmente di 2-3 compresse da 3.000.000 U.I. ripartite in 2-3 somministrazioni.

Le compresse devono essere ingerite, senza masticarle, con abbondante liquido.

Bambini

La posologia quotidiana varia da 150.000 a 225.000 U.I./kg peso corporeo a seconda della gravità dell'affezione da trattare: tale dose deve essere ripartita in 3/4 somministrazioni. Il trattamento deve essere continuato per almeno 48 ore dopo la scomparsa dei segni clinici o batteriologici dell'infezione.

Pazienti con funzionalità renale alterata:

Non sono stati effettuati studi in pazienti con funzionalità renale alterata, dopo somministrazione di Rovamicina; tuttavia, poichè solo una piccola porzione di farmaco viene eliminata per via renale, (orale ed e.v.) quindi non è necessario alcun adattamento del dosaggio (vedere paragrafo 5.2).



Controindicazioni: quando non dev'essere usato Rovamicina (spiramicina)


Ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.



Rovamicina (spiramicina) può essere usato durante la gravidanza e l'allattamento?


Gravidanza

La sicurezza sull'utilizzo della spiramicina in gravidanza non è stata valutata in studi controllati. Comunque la spiramicina è stata usata per molti anni senza particolari problemi nelle donne in gravidanza.

Allattamento

La spiramicina viene escreta nel latte materno perciò l'utilizzo da parte di madri che allattano non è raccomandato.



Quali sono gli effetti collaterali di Rovamicina (spiramicina)


Tra gli effetti indesiderati sono da annoverare:

Patologie gastrointestinali:

Nausea, vomito, diarrea e casi molto rari di colite psuedomembranosa sono stati riportati per le forme orali.

Reazioni di ipersensibilità:

Rash, orticaria, prurito; molto raramente: angioedema, shock anafilattico.

Casi isolati di vasculite, compresa la porpora di Henoch-Schonlein.

Patologie del sistema nervoso:

Occasionali casi di parestesia transitoria.

Patologie epatobiliari:

Sono stati riportati casi molto rari di funzionalità epatica alterata.

Sono stati riportati casi di epatite colestatica e mista

Patologie del sistema emolinfopoietico:

Sono stati riportati casi molto rari di emolisi acuta (vedere paragrafo 4.4).



Rovamicina (spiramicina) è utilizzato per la cura delle seguenti patologie:



Nota: Nel contenuto della scheda possono essere presenti dei riferimenti a paragrafi non riportati.

Fonte: CODIFA - L'informatore farmaceutico




Ultimi articoli
Seguici su:

Seguici su FacebookSeguici su Youtube